Vendite al dettaglio: crollo per alimentari

181
vendite al dettaglio

COMUNICATO STAMPA

7 febbraio 2024

 

 

Vendite al dettaglio, Assoutenti: nel 2023 si conferma crollo per alimentari. Al netto inflazione spesa famiglie per cibi e bevande scende di 5,8 miliardi di euro

 

Caro-prezzi stravolge abitudini degli italiani: per risparmiare sempre più acquisti nei discount alimentari, vendite +8,2% nel 2023

 

I dati Istat sulle vendite al dettaglio confermano i pesanti tagli di spesa operati dalle famiglie nel 2023 per far fronte al caro prezzi, e le profonde modifiche nelle abitudini degli italiani. Lo afferma Assoutenti, che sottolinea in particolare la marcata riduzione delle vendite per i beni alimentari.

“Nella media del 2023 le vendite dei prodotti alimentari hanno registrato una contrazione in volume del -3,9%, a fronte di un aumento in valore del 5,8% – spiega il presidente Gabriele Melluso – Questo significa che le famiglie, pur avendo messo in tavola meno cibo e bevande rispetto all’anno precedente, si sono ritrovate al spendere di più, e questo a causa del forte aumento dei prezzi che ha investito il settore”.

“Al netto dell’inflazione le vendite di cibi e bevande sono così calate in Italia complessivamente di ben 5,8 miliardi di euro nel 2023, e non è tutto – prosegue Melluso – Gli italiani da un lato tagliano la spesa, dall’altro cambiano le proprie abitudini, attuando strategie tese a massimizzare i risparmi: lo dimostrano gli stessi dati Istat che registrano lo scorso anno una forte crescita per i discount alimentari, esercizi che vedono le vendite salire del +8,2% nella media dell’intero 2023, il dato più elevato tra tutti gli esercizi commerciali”.

🔵Segui la nostra pagina Facebook 

✅ Se vuoi contattare Assoutenti per un reclamo clicca qui