Un caso di raccolta illegittima di nominativi per attività di teleselling

0
578

Apertura di un procedimento del Garante nei confronti di Enel energia e Consodata

 

Il sito del Garante dà notizia dell’apertura di un procedimento a seguito della segnalazione di un cittadino, il quale lamentava di essere stato contattato telefonicamente da Enel energia, nonostante fosse iscritto al registro delle opposizioni 1. Enel afferma di aver acquisito il nominativo dalla società Consodata, che si occupa di creare elenchi per attività di marketing.
Il Garante ha verificato che Consumedia ha utilizzato un questionario on line, disponibile sul sito della Motorola, per l'iscrizione al club Motorola Village, attraverso cui beneficiare di servizi aggiuntivi e di customer care; la procedura non prevedeva un’idonea informativa e l’acquisizione del consenso informato degli interessati: inoltre risultava estremamente generica la destinazione dei dati raccolti (“società che operano nei settori di largo consumo, grande distribuzione, editoriale, finanziario, automobilistico, servizi ed associazioni benefiche"), che erano comunque praticamente inaccessibili agli interessati.
Di conseguenza, il Garante ha disposto l’inutilizzabilità di tali elenchi da parte di qualsiasi società ne fosse in possesso, rinviando ad un successivo provvedimento l’adozione delle relative sanzioni per Consodata ed Enel energia, entrambe considerate responsabili.
 
19 maggio 2012


1 Cfr. il provvedimento n. 136 del 2012.