Spreco alimentare natalizio sempre più costoso a causa dei rincari

462
spreco alimentare

COMUNICATO STAMPA

10 dicembre 2023

 

Natale, Assoutenti: durante le feste 500mila tonnellate di cibo finiranno nella spazzatura. Spreco alimentare natalizio sempre più costoso a causa dei rincari di cibi e bevande

 

In Italia sprechi valgono 9 miliardi di euro solo nel settore alimentare. Nell’ultimo anno ogni famiglia ha gettato nella spazzatura 252 euro di cibo

 

Per incentivare riciclo e riuso e promuovere pratiche sostenibili il 13 dicembre convegno a Napoli con viceministro al Mase, Vannia Gava, Enea e Corepla

Ogni anno nel periodo delle festività natalizie 500mila tonnellate di cibo finiscono in pattumiera a causa degli sprechi alimentari che si registrano all’ interno delle abitazioni private. Un malcostume che incide sempre di più sul portafogli delle famiglie, considerati i pesanti aumenti registrati nell’ ultimo periodo per i prezzi di alimenti e bevande. Lo denuncia Assoutenti, che segnala come tra i generi alimentari più sprecati a Natale compaiano, oltre a prodotti freschi quali frutta e verdura, anche pasta, pesce, panettoni, torroni e spumante. Con la conseguenza che per ogni singola famiglia fino a 80 euro di cibo rischia di finire nella spazzatura.

Solo nel settore alimentare lo spreco in Italia vale 9 miliardi di euro all’anno, di cui circa 6,5 miliardi solo all’interno delle nostre case. Finiscono nella spazzatura in media 524 grammi pro capite di cibo a settimana, ovvero circa 75 grammi al giorno e 27,2 kg annui. Pane e verdure fresche sono fra gli alimenti più spesso buttati, assieme a bevande analcoliche, i legumi, la frutta fresca, la pasta fresca.

Nell’ultimo anno una famiglia ha gettato nella pattumiera in media 252 euro di alimenti.

A ricordare i drammatici dati sullo spreco sono Assoutenti e Adiconsum, che proprio sul tema hanno organizzato per il prossimo 13 dicembre alle ore 10 un convegno dal titolo “Innovazione e digitalizzazione per un’economia circolare per ridurre lo spreco e promuovere il riuso” che si terrà presso il Museo Nazionale delle Ferrovie di Pietrarsa di Portici-Napoli nel corso della kermesse che unisce “Expo consumatori 2023” e “Villaggio della sostenibilità”.

Un incontro volto a fare il punto con istituzioni, enti e grandi società circa le pratiche da attuare per incentivare il riciclo e il riuso nel nostro Paese, ricorrendo alla innovazione e alla digitalizzazione per rendere l’economia sempre più circolare anche all’interno delle case degli italiani.

Al convegno interverranno:

Barbara Carfagna Giornalista e conduttrice televisiva

Fulvio Bonavitacola Vicepresidente Regione Campania e Assessore Ambiente CONAI

Antonio Diana Founder Sorting Recycling Industries

Stefano Epifani Presidente della Fondazione per la Sostenibilità Digitale

Vannia Gava* Vice Ministro dell’Ambiente e Sicurezza Energetica

Alberto Gusmeroli Presidente X Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo – Camera dei Deputati

Antonio Protopapa Direttore Gestione Operativa COREPLA – Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo ed il recupero degli imballaggi in plastica

Luca Raffaele Direttore Generale NeXt Nuova Economia e CEO/Funder Gioosto.com

Mauro Salini Presidente ProFood Italia

Roberto Spera Esperto blue e green Economy Aps Assoutenti

Marco Tammaro Responsabile del Laboratorio Tecnologie per il Riuso, il Riciclo, il Recupero e la valorizzazione di Rifiuti e Materiali, ENEA

Mauro Vergari Direttore Ufficio Studi Innovazioni e Sostenibilità Adiconsum

Per partecipare all’evento è possibile registrarsi alla pagina https://expoconsumatori.it/registrazione/

🔵Segui la nostra pagina Facebook