Rapporto sulla sicurezza alimentare 2012

593

 

Il Movimento di Difesa del Cittadino e Legambiente hanno presentato recentemente il IX Rapporto sulla sicurezza alimentare "Italia a Tavola 2012".

Ne emerge che, grazie agli istituti preposti alla vigilanza – tra gli altri: il Ministero della salute, i Carabinieri per la Tutela della Salute –NAS, le ASL, l’Agenzia delle Dogane- nel 2011 sono stati effettuati più di un milione di controlli lungo tutta la filiera agroalimentare; come conseguenza  si è proceduto al sequestro di oltre 24 milioni di chilogrammi di prodotti, per un valore di circa 850 milioni di euro.

Risulta, peraltro, che gli episodi più numerosi di contraffazione si concentrano sui prodotti di maggior qualità: mozzarella di bufala prodotta con latte vaccino, olio deodorato, pesce congelato venduto come fresco, conserve di San Marzano ricavate da pomodori provenienti dall’estero, vini privi dei documenti di tracciabilità.

Il rapporto contiene alcune proposte per combattere il fenomeno: tra queste, l’istituzione di un’Agenzia nazionale per il coordinamento dei controlli sulla sicurezza alimentare; l’attivazione di uno “Sportello Anticontraffazione” per la tutela del made in Italy, con numero verde e sito web per la raccolta di denunce e la diffusione di informazioni su marchi ed etichette; l’inasprimento delle pene per i contraffattori fino al ritiro della licenza; la piena applicazione del regolamento europeo 1169/2011,  che ha ampliato i prodotti soggetti a tracciabilità e le indicazioni obbligatorie sulle etichette.