Protesta a Pollena Trocchia contro le Antenne 5G Vicino alle Abitazioni: I Cittadini Chiedono Regolamenti Specifici

115
protesta 5G

I residenti di Pollena Trocchia (NA) si oppongono alla collocazione di infrastrutture 5G vicino alle loro case e richiedono regolamenti basati su studi tecnici per determinare le aree appropriate per le antenne. Il comitato cittadino “Sì al 5G. No sul balcone di casa”, con il supporto di Assoutenti Napoli, mira a fermare l’installazione indiscriminata di antenne 5G. Paolino Napolitano di Assoutenti Napoli sottolinea l’importanza della partecipazione pubblica nelle decisioni, mentre Gabriele Melluso di Assoutenti Nazionale invita il Comune a creare un regolamento che bilanci gli interessi tecnologici con la qualità della vita dei cittadini.

COMUNICATO STAMPA

13 maggio 2024

 

Napoli: cittadini insorgono contro il 5G. A Pollena Trocchia si costituisce il comitato “Sì al 5 G. No sul balcone di casa”

 

Chiesto tavolo con istituzioni per definire aree dove installare le nuove antenne per la telefonia 5G

I cittadini di Pollena Trocchia (Na) insorgono contro l’assurda scelta di collocare una infrastruttura per il 5G a ridosso delle abitazioni, e chiedono l’adozione di un regolamento specifico frutto di studi tecnici per l’individuazione delle aree consone all’installazione delle antenne per la nuova rete di telefonia.

In tal senso è stato costituito il comitato cittadino “Sì al 5 G. No sul balcone di casa”, con il supporto di Assoutenti Napoli, volto a bloccare l’installazione indiscriminata sul territorio comunale delle antenne di telefonia mobile 5G e raccogliere le adesioni di quei cittadini che vorranno condividere questa battaglia a tutela delle famiglie e del patrimonio urbanistico, architettonico e ambientale cittadino.

“Il tema del 5G è oggi centrale per la tutela della salute dei cittadini – dichiara Paolino Napolitano, Vicepresidente di Assoutenti Napoli – In questi mesi stiamo seguendo il dibattito sul tema con il chiaro intento non di alimentare paure e tensioni, ma di creare percorsi inclusivi. Decisioni calate dall’alto, sfruttando meccanismi di silenzio-assenso, non aiutano i processi di partecipazione. Ci auguriamo di collaborare ad un tavolo istituzionale che metta insieme tutte le parti in causa per poter arrivare insieme ad un regolamento che tenga conto di tutti gli interessi” – conclude Napolitano.

“Dopo il caso di Modica a Ragusa, quello di Pollena rappresenta un momento importante di riflessione sulla questione delle installazioni di antenne per il 5G – dice Gabriele Melluso, Presidente di Assoutenti Nazionale – A Pollena ancora una volta dimostriamo che il nostro approccio al tema è costruttivo. Invitiamo quindi il Comune a dotarsi tempestivamente dello strumento amministrativo di individuazione delle aree, come previsto per legge, in modo da ridurre l’impatto sulla vita quotidiana dei cittadini senza sacrificare le possibilità offerte dalla tecnologia” – conclude Melluso

🔵Segui la nostra pagina Facebook 

✅ Se vuoi contattare Assoutenti per un reclamo clicca qui