Nuovo Regolamento Bici e Monopattini a Bordo Frecce Trenitalia: Cosa Cambia dal 1° Marzo

169
Regolamento bici trenitalia

COMUNICATO STAMPA

23 febbraio 2024

Trenitalia: da 1 marzo entra in vigore il nuovo regolamento per bici e monopattini al seguito sulle frecce di Trenitalia, restano invariate le condizioni per intercity e regionali

 

Assoutenti: giusto equilibrio tra tutela dei diritti di tutti i passeggeri e mobilità sostenibile

A partire dal 1° marzo 2024 a bordo dei treni Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca si continueranno a trasportare le biciclette pieghevoli ed i monopattini di quei passeggeri che ne fanno uso a condizione che siano opportunamente chiuse, spente (se elettriche) e riposte nell’apposita sacca, le cui dimensioni non devono essere superiori a cm 80x110x45. In caso di inadempienza delle disposizioni previste, il passeggero dovrà scendere dal treno alla prima stazione in cui si effettua fermata e verrà regolarizzato con il pagamento di una penalità di 50 euro.

L’esigenza nasce per evitare gravi rischi per la sicurezza e porre un freno a comportamenti pericolosi verificatisi ultimamente che provocano sistematicamente gravi rischi per l’accessibilità dei viaggiatori e nei convogli.

Anche in vista dell’estate e del maggiore flusso turistico nelle tratte dell’alta velocità, in particolare in quelle dove portare a bordo bike e monopattini è più frequente, è necessaria la massima collaborazione tra passeggeri e personale di bordo per evitare disagi negli spazi a disposizione per il deposito dei bagagli e delle bici pieghevoli e dei monopattini.

Alessandro Biamonte, rappresentante dei pendolari dell’alta velocità ROMA – NAPOLI che si sono rivolti ad Assoutenti, esordisce: “Il regolamento UE 782/2021 è cogente: il diritto al trasporto nei treni della bici “al seguito” è centrale in un sistema intermodale dei trasporti purché venga assicurata la sicurezza per tutti i viaggiatori anche sull’Alta Velocità, fiore all’occhiello italiano in Europa, che garantisce la prossimità territoriale dei grandi centri urbani. Sicurezza ed effettività di questo irrinunciabile diritto sono conciliabili. Da utenti dell’alta velocità siamo pronti a fare la nostra parte. Attendiamo risposte concrete anche dai gestori ferroviari collaborando attivamente con chi lo consente.”

Conclude il presidente di Assoutenti Gabriele Melluso: “Accogliamo con favore la decisione di Trenitalia-Ferrovie dello stato di incontrare a breve le associazioni dei consumatori per discutere dell’applicazione delle nuove norme. La sicurezza dei viaggiatori e l’inter-mobilità dolce e sostenibile devono viaggiare sullo stesso binario. Le novità introdotte da Trenitalia sulle Frecce sono già oggetto di confronto a conferma dell’attenzione data ai diritti dei passeggeri dall’azienda ferroviaria con la quale abbiamo avviato un tavolo apposito e che proponiamo di rendere permanente, per monitorare l’andamento della nuova misura e valutare eventuali nuove proposte più adeguate e sicure per i passeggeri tutti e quelli possessori di bike pieghevoli e monopattini, per rendere l’utilizzo di questi mezzi ecosostenibili apprezzato anche da altri viaggiatori estendendolo su tutti i treni ad alta velocità. Crediamo vada alzata l’attenzione per la sicurezza rendendo l’etichetta identificativa non nominativa (come in aereo) obbligatoria mentre va valutato l’uso della sacca contenitiva rendendolo facoltativo in una fase sperimentale, così come il rendere utilizzabili per il deposito delle bici pieghevoli e dei monopattini lo spazio tra le poltrone”.

🔵Segui la nostra pagina Facebook 

✅ Se vuoi contattare Assoutenti per un reclamo clicca qui