La pubblicità dei finanziamenti: i casi della Milena Soavi e di Finanza Italia

0
569

Due altri operatori puniti per pratiche scorrette nel settore dei prestiti

 

Assoutenti ha dedicato particolare attenzione alle pratiche scorrette a danni dei cittadini che hanno bisogno di un prestito o di un mutuo: leggi la scheda di Assoutenti , realizzando anche un controspot per sensibilizzare i consumatori su questo tema (guarda il video ).

Il 22 dicembre 2010 l’Antitrust ha sanzionato due altri operatori.

 

Il primo caso riguarda l’impresa individuale Milena Soavi che, qualità di Agente in Attività finanziaria, promuove prodotti erogati da taluni Istituti di credito e intermediari finanziari.

L’Agcm ha contestato la scarsa trasparenza delle inserzioni comparse su un settimanale della provincia di Ferrara: tali messaggi davano l’idea che l’impresa potesse erogare direttamente prestiti, mentre essa agiva solo come intermediaria; dall’altro, erano esposte alcune ipotesi di finanziamento ma non si indicava mai il Taeg (Tasso annuale effettivo globale), che consente al cliente di conoscere con precisione il costo delle rate da pagare.

Date le modeste dimensioni dell’operatore, l’Agcm ha applicato una sanzione di 10.000 euro 1.

 

Il secondo caso concerne la società Finanza Italia, anch’essa responsabile per la scarsa chiarezza dei messaggi volti a promuovere la propria attività di erogazione di finanziamenti.

Data la rilevanza della campagna pubblicitaria (effettuata attraverso numerose inserzioni su riviste a tiratura nazionale) l’Agcm ha applicato una sanzione più alta (45.000 euro), deliberando anche la pubblicazione su tre importanti riviste di una dichiarazione di rettifica  per tre volte nell’arco di 30 giorni 2.

 

 

18 gennaio 2011



1 Cfr. il procedimento PS4200 – provvedimento n. 21951 del 2010, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 51/2010.
2 Vedi il procedimento PS5064 – provvedimento n. 21954 del 2010, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 51/2010.