Fermate la corsa dei prezzi, o sarà un massacro per le tasche delle famiglie!

0
475
SCADENZE SCADENZA UTENZE UTENZA DOMESTICA DOMESTICHE

Il forte rialzo dei prezzi al dettaglio che a novembre crescono del +3,8% su base annua rappresenta un “massacro” per le tasche delle famiglie. Lo afferma Assoutenti, commentando i dati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat.

“Tra bollette, materie prime e listini dei carburanti le famiglie stanno subendo rincari a cascata, una situazione che non si registrava in Italia dal 2008 – spiega il presidente Furio Truzzi – Solo per la voce trasporti, che a novembre cresce del +10,5% sul 2020, una famiglia con due figli spende oggi +567 euro su base annua, +363 la famiglia “tipo”. Una corsa di prezzi e tariffe che non solo impoverisce le famiglie, ma avrà ripercussioni per l’intera economia nazionale: a fronte di una inflazione in salita i consumatori ridurranno inevitabilmente la spesa. Il rischio concreto, quindi, è un crollo dei consumi di Natale che il Governo deve assolutamente evitare, adottando provvedimenti urgenti per frenare l’escalation dei prezzi, a partire dal taglio di Iva e accise sui carburanti” – conclude Truzzi.