Attenzione ai messaggi pubblicitari ingannevoli – diffidare del Registro Italiano in Internet

0
659

Assoutenti ha denunciato all’Antitrust la società tedesca DAD per il messaggio pubblicitario ingannevole relativo al Registro Italiano in Internet contenuto nella lettera che la società ha inviato alla nostra Associazione e che da anni sta inviando anche ad altre imprese.

La società DAD invita il destinatario ad “attualizzare i dati della registrazione nel Registro Italiano in Internet”, e contestualmente allega un “formulario di ordinazione per Registro Italiano in Internet per le imprese” .
In realtà si chiede alle imprese di inserire il loro nominativo in una guida internet a titolo oneroso che però non è un ‘registro ufficiale’ a cui il nome di Registro Italiano in Internet allude.

Secondo l’Assoutenti la lettera contiene un chiaro messaggio ingannevole considerando che nella prima pagina della lettera è specificato che “La vostra registrazione di base e la sua attualizzazione sono gratuite” mentre nella seconda pagina (la stessa e unica in cui le eventuali correzioni possono essere inviate) è scritto – ovviamente in carattere minore e quindi meno visibile rispetto al resto – che “L’inserzione viene fatturata per l’importo annuale di 958 Euro…L’ordine vale per i prossimi tre anni a partire dalla data contrattuale e viene successivamente rinnovato ogni anno di un ulteriore anno se non ha luogo la disdetta…Vige il diritto tedesco. Unico foro competente e luogo di adempimento è la sede della casa editrice..”.

Inoltre l’ulteriore inserimento nel sito www.Registro-in-Internet.com da parte della società Dad di dati riconducibili all’impresa contattata ma palesemente scorretti induce il destinatario della lettera a compilare il formulario allegato con l’invio delle correzioni che così facendo in realtà compila l’ordine.
Pertanto in attesa del parere dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, invitiamo gli utenti a prestare attenzione a questi messaggi e a denunciarli alla nostra associazione.