Antitrust sanziona Acer Italy per pratica commerciale scorretta

0
597

L’Autorità contesta la scarsa chiarezza con la quale i consumatori sono informati circa le garanzie che assistono i prodotti 

 

L’Autorità ha inflitto ad Acer Italy (società che commercializza in Italia all’ingrosso computer ed altri prodotti di informatica ed elettronica) una sanzione di 150.000 euro per pratica commerciale scorretta 1.

L’Agcm contesta alla società  di aver presentato, nelle pagine in italiano del proprio sito web e negli opuscoli che accompagnano i diversi prodotti, la garanzia convenzionale Acer e la garanzia aggiuntiva offerta a pagamento dalla società stessa attraverso il servizio Acer Advantage, senza fare menzione dell’esistenza per i consumatori del diritto ad una garanzia legale, della durata di ventiquattro mesi, da far valere nei confronti del venditore, prevista dal Codice del Consumo.  

Secondo l’Antitrust, a causa dell’omessa menzione dell’esistenza della garanzia legale di conformità di durata biennale, i consumatori possono essere indotti in errore circa la reale portata e convenienza delle garanzie offerte da Acer, soprattutto con riguardo alla garanzia denominata Acer Avantage, garanzia che, a titolo oneroso, riconosce al consumatore diritti per una durata almeno in parte sovrapponibile a quella spettante allo stesso in virtù della garanzia legale di conformità, con limitazioni, peraltro, che potrebbero risultare non presenti nell’esercizio della garanzia legale di cui al Codice del Consumo.

Dall’attività istruttorie è risultato, inoltre, che la società  ha adottato una politica di sollecito nei confronti degli acquirenti dei prodotti Acer finalizzata ad ottenere l’acquisto dei servizi di assistenza Acer Avantage, all’approssimarsi della scadenza del primo anno dall’acquisto dei vari prodotti, mediante l’invio di appositi messaggi via e-mail in cui si sottolineava che i beni acquistati erano al termine del periodo di garanzia, senza fare alcun riferimento alla sussistenza della garanzia legale biennale riconosciuta dalla normativa a tutela del consumatore.

Nel valutare la misura della sanzione l’Autorità ha considerato la grande dimensione economica della società; l’articolazione della pratica scorretta, posta in atto attraverso una pluralità di messaggi e la durata della violazione, di fatto ancora in essere, dal momento che le misure adottate da Acer Italy nel corso della fase istruttoria del procedimento hanno solo limitato il perimetro della pratica scorretta. L’Autorità ha, pertanto, imposto alla società, entro il termine di 90 giorni dalla notifica del provvedimento sanzionatorio, di adeguare le confezioni di vendita, per l’inserimento, negli opuscoli riguardanti le garanzie acclusi ai beni di consumo e nei manuali d’uso di Acer Advantage, le necessarie indicazioni in merito all’esistenza e alla durata della garanzia legale di conformità.

 

L’Antitrust si è interessata molte volte della violazione della normativa vigente in materia di garanzia legale su beni e servizi: vedi, da ultimo, il caso Apple , sul quale si è già pronunciato il Tar, confermando la sanzione di 900.000 euro decisa dall’Autorità.

 

26 giugno 2012




1 Vedi il Provvedimento n. 23636 pubblicato sul Bollettino AGCM n. 23 del 25 giugno 2012.