Oggi l’ultimo volo Alitalia: ma restano aperti i nodi voucher e punti MilleMiglia

0
200

Assoutenti: il fondo da 100 milioni di euro stanziato dal Governo rischia di essere insufficiente mentre i punti Alitalia MilleMiglia potrebbero diventare “carta straccia”

Stasera partirà l’ultimo volo di Alitalia, e da domani la compagnia di bandiera non esisterà più e dovrà passare il timone a ITA. Un passaggio che coinvolge centinaia di migliaia di utenti che si ritrovano in mano voucher e biglietti Alitalia che dovranno essere rimborsati attraverso un fondo da 100 milioni di euro istituito dal Governo che, però, rischia di risultare insufficiente.

Lo afferma Assoutenti, associazione dei consumatori specializzata nel settore dei trasporti, che scende in campo per fornire assistenza ai passeggeri.

“Da domani Alitalia non esisterà più, mentre continueranno ad esistere biglietti e voucher in possesso dei consumatori che avevano acquistato un volo con la compagnia per date successive al 15 ottobre, o che avevano ottenuto un voucher per voli cancellati a causa Covid – spiega il presidente Furio Truzzi – Se per i biglietti il sito di Alitalia illustra la procedura da seguire per ottenere il rimborso integrale, per i voucher la questione è molto più fumosa e complicata”.

Sul sito della compagnia aerea si legge infatti: “Alitalia conferma che provvederà a rimborsare i voucher ai titolari che ne abbiano diritto, comunicando le modalità per effettuare la richiesta, alla ricezione delle risorse che verranno messe a disposizione in attuazione della predetta disposizione normativa al ricorrere dei presupposti”.

“Una indicazione che non fornisce alcuna garanzia sui tempi di rimborso e nessuna certezza a migliaia di utenti che si ritrovano oggi in mano voucher per voli Alitalia cancellati durante la pandemia – denuncia Truzzi – C’è poi il nodo delle 45 miliardi di miglia accumulate da 6,1 milioni di iscritti al programma MilleMiglia, che non possono essere utilizzate dai viaggiatori attraverso ITA e che rischiano di diventare carta straccia”.

Per tali motivi Assoutenti, nel denunciare il rischio che i diritti dei consumatori siano calpestati durante il passaggio da Alitalia a Ita, chiede un incontro al Ministro dello Sviluppo Economico e a quello delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, allo scopo di mettere in campo ogni misura utile a tutelare i diritti degli utenti titolari di biglietti, voucher e punti MilleMiglia Alitalia, e offre da oggi assistenza ai passeggeri della ex compagnia di bandiera per ottenere i rimborsi previsti dalla legge e per denunciare qualsiasi violazione dei loro diritti (mail [email protected] , linea whatsapp 3517353200).