Al Futuro Dico Sì

0
50

Il Progetto “Al Futuro Dico si” 

realizzato nell’ambito delle iniziative a favore di consumatori e utenti per emergenza sanitaria da COVID-19 promosse dalla Regione Lazio, realizzate con Fondi Ministero Sviluppo Economico (riparto 2020),

intende realizzare, attività finalizzate all’implementazione e al potenziamento dei servizi e della comunicazione in modalità digitale e della disponibilità dei relativi strumenti.

Alla luce di tale premesse, il progetto “Al Futuro Dico Sì” concentrerà la propria operatività su tre azioni chiave:

💡Implementazione e potenziamento della fruibilità dei servizi in modalità digitale

Il progetto prevede in una prima fase la strutturazione di una chatbot (chat virtuale) per permettere la fruizione dei servizi da parte degli utenti in modalità virtuale. Ciò permetterà di superare le barriere fisiche dovute alla pandemia. La chatbot sarà dedicata, in particolar modo, alla raccolta di segnalazioni di problematiche relative al cyberbullismo e alla sicurezza digitale, per dare loro suggerimenti e indirizzarli ai servizi preposti sul territorio.

 

💡Implementazione e potenziamento della comunicazione

Il progetto realizzerà una campagna di comunicazione e informazione sui social media dei partner e tramite strumenti di comunicazione tradizionali (rivista cartacea). La campagna si focalizzerà sui seguenti temi: nuove tecnologie e COVID-19, Digital Divide, Sicurezza Digitale, Cittadinanza Digitale e Cyberbullismo. L’attività di informazione sarà arricchita dalla pubblicazione di 3 video pillole a cadenza bimestrale sulle tematiche in oggetto.
 

💡Acquisto e distribuzione di apparecchiature informatiche a plessi scolastici del territorio regionale

Per venire incontro alle famiglie con figli in età scolare che non possono partecipare alle lezioni a distanza, poichè privi di supporti informatici, le organizzazioni facenti parte del progetto “Al Futuro Dico Sì” hanno deciso di destinare un contributo di solidarietà per l’acquisto di dispositivi informatici da destinare ai plessi scolastici del territorio laziale con alto indice di disagio sociale.

Il Progetto è realizzato da Assoutenti Lazio in collaborazione con le associazioni di consumatori: Adusbef, Codacons e Movimento difesa del Cittadino