Spese auto: i risparmi del 2020 potrebbero sparire nel 2021

0
100

L’emergenza Covid ha avuto innegabili effetti sul fronte della mobilità e dei trasporti. Auto rimaste ferme per mesi nei garage, limiti agli spostamenti, divieti di uscire dalle regioni o dai comuni hanno di fatto portato ad una riduzione di spesa per le famiglie in un comporto ben preciso: quello delle automobili. Un risparmio che oggi Assoutenti, attraverso una apposita indagine, ha quantificato in 905,6 euro a famiglia per le spese auto nel corso di tutto il 2020.

Spese auto: l’impatto del fermo dei mezzi dovuto al lockdown

Il lockdown di marzo e i successivi provvedimenti del Governo che a partire dallo scorso novembre hanno limitato gli spostamenti, hanno garantito benefici per le tasche degli automobilisti. Si è risparmiato non solo sul carburante, ma anche su tutta una serie di voci che interessano le spese auto per i vicoli privati: pneumatici, manutenzione, riparazioni, pedaggi autostradali, parcheggi a pagamento, fino ad arrivare alla revisione delle vetture.

E proprio analizzando le varie voci e i dati ufficiali del Ministero dello sviluppo economico, Ministero dei Trasporti e Istat, Assoutenti ha calcolato in una media di 905,6 euro il risparmio medio a famiglia registrato nel 2020 per effetto del Covid.

Sul risparmio hanno inciso soprattutto i consumi di carburante

I consumi di carburante per i mezzi privati lo scorso anno sono infatti diminuiti di oltre 15 miliardi di euro, determinando una minore spesa annua di 588 euro a famiglia. Dimezzata la spesa per manutenzione e riparazioni auto, con una contrazione per complessivi 7,3 miliardi di euro e un risparmio di circa 282 euro annui a famiglia. I limiti alla circolazione hanno abbattuto anche la spesa per pedaggi autostradali e parchimetri (-33 euro a famiglia), mentre quella per le revisioni è scesa di 2,6 euro a nucleo.

In sostanza gli italiani, per la gestione delle proprie automobili e i rifornimento di carburante, hanno complessivamente speso nel 2020 ben 23,5 miliardi di euro in meno rispetto all’anno precedente, come conseguenza dell’emergenza sanitaria e delle misure anti-Covid.

L’aumento dei costi di carburante: +8% durante la pandemia

Un trend che, tuttavia, potrebbe bruscamente invertire la rotta nel 2021: nelle ultime settimane si registra su tutta la rete stradale un sensibile aumento dei listini dei carburanti, al punto che oggi un litro di benzina costa alla pompa l’8,3% in più rispetto allo scorso maggio, +7,6% il gasolio.  Di seguito il comunicato stampa con cui Assoutenti segnala questo incremento importante dei carburanti, che potrebbe comportare un sensibile incremento nei costi auto per le famiglie già nel 2021 con l’auspicabile ripresa della normale circolazione su strada.

 

Comunicato Stampa – Economia – 1 febbraio 2021

Auto: nel 2020 risparmi medi per 905 euro a famiglia

ASSOUTENTI: con Covid crolla spesa per carburanti, pedaggi, parchimetri, manutenzione veicoli e revisioni

Ma è allarme per ripresa listini carburanti, benzina vola a +8,3% rispetto a maggio

L’emergenza Covid e le misure che hanno introdotto i lockdown nel nostro paese hanno prodotto nel 2020 un risparmio sulla spesa per la gestione degli autoveicoli privati pari in media a 905,6 euro a famiglia. Lo afferma ASSOUTENTI, associazione dei consumatori specializzata in trasporti, che ha realizzato un apposito studio sul tema.

“Il lockdown nazionale scattato a marzo e le successive misure introdotte a partire dal mese di novembre hanno influito in modo pesante sui consumi degli automobilisti italiani legati al comparto dei trasporti – spiega il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi – Il divieto di spostamenti e i limiti alla circolazione imposti dalle misure anti-Covid si sono tradotti in un risparmio per le famiglie, sia in termini di carburante che sotto il profilo della gestione delle automobili private. C’è stato infatti un minor consumo di pneumatici, un ridotto numero di incidenti che hanno richiesto meno interventi di riparazione, un crollo della spesa per pedaggi e parchimetri, ed è diminuita anche la spesa per le revisioni”.

Analizzando i dati nel dettaglio, Assoutenti sottolinea come il risparmio maggiore si è registrato nel comparto dei carburanti, con i consumi di benzina e gasolio che nel 2020 sono diminuiti di oltre 15 miliardi di euro, con una minore spesa annua di 588 euro a famiglia. Dimezzata la spesa per manutenzione e riparazioni auto, con una contrazione per complessivi 7,3 miliardi di euro e un risparmio di circa 282 euro annui a famiglia. I limiti alla circolazione hanno abbattuto anche la spesa per pedaggi autostradali e parchimetri (-33 euro a famiglia), mentre quella per le revisioni è scesa di 2,6 euro a nucleo.

“In totale ogni singola famiglia ha risparmiato mediamente 905,6 euro nel 2020 grazie al Covid, ma nel 2021 il trend è destinato a cambiare – denuncia Furio Truzzi – I listini dei carburanti alla pompa stanno registrando nelle ultime settimane forti incrementi, con la benzina che costa oggi l’8,3% in più rispetto a maggio 2020, mentre il gasolio è rincarato del 7,6%”.

 

  Riduzione %consumi Minore spesa complessiva 2020 Minore spesa a famiglia 2020
       
Carburanti -26,4% -15,3 miliardi di euro -588 euro
Manutenzione e riparazioni euro -50% -7,3 miliardi di euro -282 euro
Pedaggi e parchimetri -30% -858 milioni di euro -33 euro
Revisione auto -7% -67 milioni di euro -2,6 euro
       
Totale   -23,52 miliardi di euro  905,6 euro

 

  Prezzo medio maggio 2020 (euro/litro) Prezzo odierno (euro/litro) Var. %
Benzina 1,365 1,479 +8,3%
Gasolio 1,255 1,351 +7,6%

 

Fonte: Elaborazioni Assoutenti su dati Mise, Mit e Istat