SI AL DIRITTO ALLA MOBILITA' – NO A ESSERE PRIGIONIERI DELL'ILLEGALITA'

0
628

Lo sciopero selvaggio dei trasporti pubblici a Genova nei giorni appena trascorsi ha portato l'Assoutenti Liguria a richiedere un intervento da parte della Commissione e a dar mandato ai propri legali di avviare una procedura di richesta danni. Apri la notizia per saperne di più.

Genova 4 ottobre 2010 – La decisione di prendere in ostaggio migliaia di cittadini genovesi e i visitatori del Salone Nautico è il frutto avvelenato di una colossale mistificazione circa la reale consistenza dei problemi del trasporto locale che per quanto gravi non autorizzano i sindacati di AMT a utilizzare gli utenti come scudi umani.

Non si conosce l'entità dei tagli ne la loro distribuzione su tutti i soggetti del trasporto locale e nel contempo è certo che ognuno dovrà fare la sua parte e i sacrifici non toccheranno solo ai lavoratori. Quello che non è tollerabile è la violazione eclatante della legge e dei diritti dei cittadini.
 
Per tali motivi Assoutenti ha inoltrato una richiesta di intervento severo e urgente alla commissione nazionale di garanzia sugli scioperi nei servizi pubblici e ha dato mandato ai propri legali di avviare una procedura di richiesta danni nei confronti dei promotori degli scioperi selvaggi.
 
A partire da lunedì  4 settembre mattina, rivolgendosi presso le sedi dell'associazione o al 010 540256, anche scrivendo al [email protected] chiunque utente danneggiato dallo sciopero selvaggio potrà avvalersi del patrocinio gratuito degli avvocati dell'associazione.
 
per la segreteria assoutenti
 
Furio Truzzi
vicepresidente nazionale