I rincari non finiscono mai: +55% per la luce e +41,8% per il gas

0
434

Gli aumenti delle tariffe di luce e gas decisi oggi da Arera sono “mostruosi” per Assoutenti e portano l’associazione dei consumatori a presentare un esposto all’Autorità garante per la concorrenza e all’Antitrust Ue affinché indaghino sulle speculazioni in atto sui mercati di elettricità e gas.
“I rincari decisi oggi da Arera rappresentano una mazzata per famiglie e imprese e provocheranno danni economici ingenti al paese – afferma il ​​presidente Furio Truzzi – I 3,8 miliardi messi in campo dal Governo, così come previsto da Assoutenti, si sono rivelati insufficienti, e non hanno evitato la stangata che si abbatterà sulle bollette degli italiani. In tutto ciò Arera, l’autorità che dovrebbe vigilare sul mercato, si è rivelata totalmente assente e sembra aver assunto la funzione di semplice notaio che certifica i maxi-rincari senza concretamente attivarsi contro le speculazioni sui prezzi”.
Proprio per questo Assoutenti, dopo i rincari decisi oggi da Arera, annuncia un esposto all’Antitrust italiano e a quello europeo, affinché sia ​​avviata una istruttoria sulle speculazioni in atto sui mercati di luce e gas e sugli illeciti che hanno determinato il fortissimo incremento delle bollette .
“Ribadiamo infine la nostra richiesta al Governo di concedere a famiglie e imprese di rateizzare le bollette dell’energia per un periodo di 24 mesi, allo scopo di evitare a migliaia di nuclei e di attività di finire in default a causa dei costi insostenibili di luce e gas” – conclude Truzzi.