Alta Velocità e infrastrutture per una rete ferroviaria all’altezza dell’Europa

0
278

Bene il wifi sui treni regionali e le altre misure per incrementare la qualità del servizio sui convogli locali per altro già in atto e che riteniamo uno dei fiori all’occhiello di Fs, ma è necessario intervenire sull’Alta Velocità e sulle infrastrutture per portare il servizio ferroviario agli standard degli altri Paesi europei.

Lo afferma Assoutenti, commentando le dichiarazioni odierne dell’a.d. di Fs Ferraris.

“Approviamo l’impegno di Fs sui treni regionali ma chiediamo ulteriori sforzi sull’Alta Velocità per migliorare puntualità e prestazioni, e una politica meno autoreferenziale e più tesa alle esigenze dei passeggeri nella gestione delle infrastrutture – spiega il presidente Furio Truzzi – La sfida al miglioramento del servizio va indirizzata in particolare proprio alle infrastrutture, che in molte zone del paese risultano obsolete e non al passo coi tempi. La cosiddetta “rete snella” ha distrutto un numero elevatissimo di binari di interscambio nelle stazioni con conseguente aumento dei tempi di percorrenza a danno dei viaggiatori e un peggioramento sul fronte della sicurezza”.

“Proprio per affrontare il nodo della rete proponiamo l’istituzione di un tavolo nazionale permanente sulle infrastrutture di Rfi, con la presenza delle associazioni che rappresentano utenti e pendolari, volto ad risolvere le criticità degli impianti ferroviari e studiare soluzioni a favore dei passeggeri” – conclude Truzzi.