Rc auto: aumenti pesanti nel 2024, confermate in pieno nostre previsioni

333
Rc auto aumenti 2024

COMUNICATO STAMPA

4 gennaio 2024

 

Rc auto, Assoutenti: aumenti pesanti, in un anno +31 euro a polizza, confermate in pieno nostre previsioni

 

Rincari dovuti ad anomalie del mercato assicurativo. A Napoli e Prato le tariffe più alte d’Italia, 559 euro a polizza. A Enna l’Rc auto meno cara, 275 euro

 

 

I rincari dell’Rc auto registrati a novembre 2023 si traducono in una maggiore spesa da +31 euro a polizza rispetto alle tariffe medie del 2022, e confermano purtroppo in pieno le nostre previsioni circa l’andamento delle tariffe assicurative. Lo afferma Assoutenti commentando i dati forniti oggi dall’Ivass.

“In tempi non sospetti anno avevamo previsto come le tariffe Rc auto avrebbero subito sostanziosi aumenti nel corso del 2023, e i dati dell’Ivass ci danno purtroppo ragione – spiega il presidente onorario Furio Truzzi – Incrementi del tutto ingiustificati che non rispondono né ad un aumento dei costi in capo alle imprese assicuratrici, né ad un aumento dell’incidentalità, ma sono dovuti unicamente alle troppe anomalie del comparto assicurativo, dove le compagnie dettano legge imponendo clausole illecite ai propri clienti che fanno salire i prezzi”.

Sul fronte territoriale, sono Napoli e Prato la province che registrano il costo più alto della polizza Rc auto, con una media di oltre 559 euro, seguite da Caserta (501 euro) e Pistoia (487 euro) – analizza Assoutenti – Sul fronte opposto, Enna vanta le tariffe più basse d’Italia, con una media di 275 euro a polizza, seguita da Oristano (292 euro) e Potenza (297 euro).

A Imperia si registrano invece gli incrementi annui più elevati (+12%), dopo Lodi, Terni e Vercelli (+10%), mentre ad Ascoli Piceno, Rieti e Latina le tariffe aumentano “solo” del +4,8% su base annua.

“A fronte di tali numeri, l’Ivass si limita a fare da “notaio”, quando invece dovrebbe intervenire per bloccare pratiche scorrette e tutelare gli assicurati – prosegue Truzzi – L’ennesima dimostrazione di come il settore assicurativo necessiti di una radicale riforma che introduca maggiore concorrenza e maggiori tutele per gli assicurati”

DI SEGUITO LA CLASSIFICA DELLE CITTA’ CON I PREZZI PIU’ ELEVATI DELL’RC AUTO

Provincia Premio medio
Napoli 559,99
Prato 559,123
Caserta 501,164
Pistoia 487,139
Firenze 474,666
Massa-Carrara 472,712
Lucca 453,389
Pisa 447,716
Genova 442,434
Roma 440,537
La Spezia 425,626
Latina 423,776
Torino 421,877
Bologna 420,568
Crotone 420,412
Foggia 420,396
Salerno 418,786
Livorno 417,104
Ancona 407,818
Brindisi 404,148
Rieti 403,988
Rimini 401,869
Ravenna 401,17
Macerata 400,208
Modena 399,959
Reggio di Calabria 399,788
Cagliari 399,143
Reggio nell’Emilia 397,901
Venezia 397,775
Bari 394,612
Taranto 394,575
Barletta-Andria-Trani 393,893
Pesaro e Urbino 390,614
Fermo 389,632
Vibo Valentia 387,638
Terni 387,289
Como 387,251
Padova 387,169
Catania 386,22
Messina 385,148
Piacenza 384,217
Parma 381,136
Perugia 380,976
Treviso 380,76
Imperia 380,104
Milano 379,555
Grosseto 377,236
Pescara 374,3
Ascoli Piceno 372,349
Palermo 372,341
Forli-Cesena 371,467
Bolzano 370,126
Varese 369,447
Ferrara 369,434
Monza e della Brianza 369,299
Pavia 366,499
Verona 365,578
Brescia 365,337
Benevento 365,302
Sassari 364,825
Vicenza 364,805
Siracusa 364,251
Frosinone 363,956
Arezzo 362,97
Savona 360,394
Ragusa 359,316
Avellino 357,883
Lodi 356,907
Bergamo 353,152
Trapani 351,313
Teramo 350,812
Nuoro 348,166
Lecco 347,705
Alessandria 347,596
Cremona 347,462
Trieste 346,899
Siena 346,528
Caltanissetta 344,867
Isernia 344,382
Lecce 344,08
L’Aquila 343,884
Rovigo 343,882
Catanzaro 343,599
Viterbo 343,032
Sud Sardegna 338,312
Mantova 337,702
Matera 336,743
Sondrio 335,395
Belluno 332,964
Chieti 330,647
Asti 329,639
Trento 328,245
Cuneo 328,099
Novara 326,368
Cosenza 326,272
Udine 323,903
Vercelli 323,293
Verbano-Cusio-Ossola 321,147
Agrigento 319,149
Campobasso 312,839
Gorizia 312,511
Biella 312,214
Aosta 312,017
Pordenone 310,077
Potenza 297,18
Oristano 292,339
Enna 275,147