Pubblicità di prodotti alimentari: sanzionata la società Vis

672

L’Antitrust giudica scorretta la promozione delle preparazioni a base di frutta Biodelizia e PiùFRUTTADiet  

 Con motivazioni in parte analoghe a quelle addotte recentemente per sanzionare la pubblicità dei preparati di frutta Zuegg e Hero Diet  e di Fiordifrutta della Rigoni, il 4 aprile 2013 l’Autorità garante della concorrenza ha inflitto una multa di 20.000 euro alla società Vis, produttrice e distributrice di confetture e preparati di frutta, per la campagna promozionale dei due preparati Biodeliziae PiùFRUTTADiet1.

In entrambi i casi sulle etichette delle confezioni sono riportate la dicitura “senza zucchero”, a caratteri grandi, e la dicitura “aggiunto” a caratteri di minori dimensioni; affermazioni di analogo tenore figurano nel sito web della società produttrice. La denominazione di vendita della linea Biodelizia è ”preparazione biologica di frutta senza zucchero aggiunto”; quella utilizzata  per PiùFRUTTADiet è “confettura a ridotto contenuto calorico con edulcoranti”. Le indicazioni relative agli ingredienti specificano che Biodelizia contiene –  in misura variabile a seconda della materia prima  –  circa 65 grammi di frutta per 100 gr di prodotto, unitamente a carboidrati (nei quali sono compresi gli zuccheri)  e  succo d’uva concentrato; mentre  PiùFRUTTADiet è composta, per ogni 100 grammi, da 70 gr. di frutta e  30 di carboidrati, in particolare 7 gr. di zuccheri e 18 gr. di polialcoli (ovvero dolcificanti).

L’Antitrust ha ritenuto che  le affermazioni utilizzate per la promozione dei prodotti non siano conformi  alle prescrizioni comunitarie 2 e si configurano come pratiche commerciali scorrette per i seguenti motivi:

·         la modalità di presentazione della dicitura “senza zucchero aggiunto”, sulla confezione di entrambi i preparati, appare fuorviante a causa della maggiore evidenza grafica delle parole “senza zuccheri” che possono indurre il consumatore  a ritenere del tutto assente lo zucchero; inoltre la dicitura “senza zucchero”  può essere apposta solo qualora nei preparati non siano presenti più di 0,5 gr. di zuccheri per 100gr., il che non si verifica in nessuno dei due prodotti;

·         l’indicazione “senza zuccheri aggiunti” è ammessa solo se “il prodotto non contiene mono  o disaccaridi aggiunti o ogni altro prodotto alimentare utilizzato per le sue  proprietà dolcificanti (nel caso di Biodelizia, è invece utilizzato succo concentrato di uva);

·         la dicitura “Diet”, figurante nell’etichetta del prodotto PiùFRUTTADiet, tende a suggerirne il consumo a quanti hanno una specifica preferenza per prodotti dietetici. Inoltre, tale dicitura – che rientrando nella denominazione del prodotto lo caratterizza – contrasta con il divieto di utilizzare il termine “dietetico” qualora un prodotto non sia stato oggetto di specifica notifica al Ministero della Salute.

Nella quantificazione della sanzione l’Autorità ha tenuto conto delle perdite di bilancio e della limitatissima diffusione dei messaggi pubblicitari, prontamente modificati subito dopo l’avvio del procedimento.

 


1 Procedimento 8529, Provvedimento n. 34307 del 2013.

2 cosiddetto Regolamento Claims, Reg.1924/ 2006/CE e successivo Regolamento UE 432/2012.