Primi passi del nuovo Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni – IVASS

791

 Dal 1° gennaio 2013 il nuovo Istituto è subentrato in tutte le sue funzioni all’ISVAP

Dal 1° gennaio 2013 l'IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni è succeduto in tutti i poteri, funzioni e competenze dell'ISVAP. Istituito con la legge 135/2012 (di conversione, con modifiche, del DL 95/12), l'IVASS è l'autorità che opera per garantire la stabilità del mercato assicurativo italiano e la tutela del consumatore.

La legge, al fine di assicurare la piena integrazione dell'attività di vigilanza nei settori finanziario e assicurativo anche attraverso un più stretto collegamento con la vigilanza bancaria, ha stabilito che organi dell'IVASS sono: il Presidente, carica attribuita al Direttore Generale della Banca d'Italia (incarico attualmente ricoperto da Fabrizio Saccomanni), il Consiglio e il Direttorio integrato formato dai componenti il Direttorio della Banca d'Italia e dai Consiglieri IVASS. Il Presidente promuove e coordina l'attività del Consiglio, al quale compete l'amministrazione generale dell'Istituto. Al Direttorio integrato spetta l'attività di indirizzo e direzione strategica.

Il 12 dicembre 2012 si è provveduto all’approvazione dello Statuto del nuovo Istituto, mentre il 3 gennaio scorso si è tenuta la prima riunione del Direttorio integrato formato dai componenti il Direttorio della Banca d'Italia e dai Consiglieri IVASS. Nella riunione sono state approvate le regole di funzionamento relative alle riunioni del Direttorio integrato, la nomina a Segretario generale del dr. Corrado Baldinelli (attualmente capo del Servizio Supervisione intermediari specializzati della Banca d'Italia), le deleghe di poteri decisionali nell'esercizio della funzione di vigilanza assicurativa al Presidente e ai Consiglieri dell'IVASS, che sono state pubblicate nel sito dell'Istituto.

Il nuovo sito internet sostituisce il precedente sito ISVAP e, per consentire agli utenti un graduale adattamento, temporaneamente ne ricalca la struttura. Nel logo dell’istituto compare, oltre alla stella della Repubblica italiana, il logo della Banca d’Italia.

La configurazione degli organi direzionali del nuovo Istituto, strutturati in stretta sinergia con gli organi apicali della Banca d’Italia, dovrebbe assicurare una piena integrazione dell’attività di vigilanza nei settori finanziario ed assicurativo, attraverso un più stretto collegamento con la vigilanza bancaria.