Prestiti in tempi rapidissimi? I casi Essepi e Fast Financial Italia

0
533

Altri due casi di pratiche scorrette nel settore dei piccoli finanziamenti

 

Il 25 febbraio scorso l’Antitrust ha giudicato scorrette le pubblicità sulla concessione di finanziamenti effettuata per circa un anno nel territorio di Imperia, per mezzo di volantini, dalle imprese individuali Essepi Finanziamenti e Fast Financial Italia.

Nel primo caso, l’Antitrust ha ritenuto che i volantini non evidenziassero in modo chiaro la natura di ente di mediazione creditizia della Essepi che, pertanto, non poteva garantire i tempi rapidissimi promessi per l’erogazione dei finanziamenti (“Prestiti personali.. in 24 ore a tutte le categorie lavorative”): la decisione finale in ordine alla effettiva concessione dei finanziamenti spetta infatti alla società finanziaria o alla banca e non alla Essepi, che svolge solo un ruolo istruttorio. L’Agcm ha applicato una sanzione di 9.000 euro 1.

 Nel secondo caso, l’Antitrust ha verificato che i tempi effettivi di erogazione erano molto superiori a quelli pubblicizzati (“Fino a 75.000 euro subito!”…”Anche in presenza di disguidi finanziari… subito fino al 90% della somma richiesta”). La Fast Financial Fast, pur erogando direttamente i finanziamenti, ricorrendo a propri capitali e fondi,  non è in grado di garantire la concessione del prestito (anche di quelli di importo molto basso) in tempi così brevi.  L’Agcm ha applicato una sanzione di 29.000 euro 2.

 

 Se vuoi sapere di più sulle pratiche scorrette in questo delicato settore del credito cfr. l’articolo “Piccoli prestiti, grandi delusioni” nella rubrica “La pubblicità sotto la lente Assoutenti” – clicca qui ).

 (aggiornamento del 17 giugno 2010)




1 Vedi il procedimento PS4966 – provvedimento n. 20831, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 8/2010.

2 Vedi il procedimento PS4967 – provvedimento n. 20832, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 8/2010. Con l'ordinanza n. 2595 del 2010 il Tar del Lazio ha respinto l'istanza di sospensione cautelare.