Prestiti e cessioni del quinto: un altro caso di pubblicità ingannevole

0
537

L’Antitrust sanziona Unicredit e Family credit network

 

Il 10 marzo 2010 l’Antitrust ha esaminato un volantino diffuso in alcune città del sud d’Italia dalla Family credit network, società che promuove i prodotti finanziari erogati dall’istituto bancario Unicredit 1.
L’Agcm ha contestato l’indicazione generica del tasso di interesse e del Taeg (cioè il Tasso annuale effettivo globale) dei prestiti personali pubblicizzati; l’Autorithy ha inoltre verificato che in alcuni dei contratti stipulati dalla società il Taeg era comunque più alto di quello massimo indicato nella pubblicità.
In conclusione, l’Antitrust ha punito Family credit con una sanzione di 50.000 euro e Unicredit (che aveva autorizzato il volantino stesso e comunque beneficiato dell’attività dell’altra società) con una sanzione di 70.000 euro.
 
Se vuoi sapere di più sulle pratiche scorrette in questo delicato settore del credito cfr. l’articolo Piccoli prestiti, grandi delusioni o leggi alcune decisioni più recenti (clicca qui oppure qua ).
 
19 dicembre 2011


1 Vedi il procedimento PS7388 – provvedimento n. 23043, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 48/2011.