Offerte di inserimento professionale: sanzionate Mediaone Italia e New Line Diffusion

0
881

L’Antitrust giudica ingannevoli alcuni messaggi pubblicitari

 

Il 4 aprile 2012 l’Autorità garante della concorrenza ha concluso i procedimenti avviati nei confronti di due società (Mediaone Italia di Milano e New Line Diffusion di Padova) che promuovevano – attraverso volantini e siti internet – la partecipazione gratuita ad una selezione (“casting”) per giovani aspiranti fotomodelli, indossatori, attori, ballerini, showman ecc. In realtà, chi si presentava alla selezione era invitato a sottoscrivere un contratto per la frequenza di un corso di formazione del costo, rispettivamente, di 4.200 euro e di 6.000 euro circa 1.
Alla luce delle risultanze emerse nel corso dei procedimenti, l’Antitrust ha ritenuto che la  condotta delle due aziende deve qualificarsi come scorretta in quanto “contraria alla diligenza professionale e idonea a falsare in maniera apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio”, poiché diffonde  “un messaggio pubblicitario che veicola informazioni ingannevoli e omissive in merito alle caratteristiche della propria offerta, celando l’intento commerciale perseguito attraverso le selezioni proposte”; infatti non viene adeguatamente pubblicizzata la notizia che ai partecipanti ai casting viene offerto un corso di formazione a pagamento. 
In conclusione, l’Antitrust ha irrogato una sanzione di 30.000 euro alla Mediaone Italia e di 10.500 euro alla New Line Diffusion.
 
Ci siamo interessati più volte delle “offerte di lavoro ingannevoli”, analizzando le pronunce dell’Antitrust e dei giudici amministrativi volte a contrastare le pratiche scorrette in questo campo (leggi questa scheda ), realizzando anche un controspot . Si tratta purtroppo di un fenomeno molto diffuso ed estremamente grave, perché incide su un bisogno essenziale delle persone, quale è quello della ricerca di un posto di lavoro. Per questo è importante la collaborazione di tutti, segnalando casi analoghi a quelli descritti all’Antitrust (numero verde 800166661) oppure ad Assoutenti ([email protected]).
 
25 Aprile 2012


1 Vedi i due procedimenti PS3652, provvedimento n. 23473, e PS7201, provvedimento n. 23475, entrambi pubblicati sul Bollettino dell’Agcm  n. 14/2012.