Lettera aperta al Presidente Monti – Abuso delle vendite al telefono, via Internet e porta porta: una vera e propria emergenza sociale.

0
614

 

Le Associazioni dei consumatori chiedono con fermezza al Presidente del Consiglio dei Ministri l’immediato recepimento della Direttiva Comunitaria n. 83/11 in materia di contratti a distanza e fuori dai locali commerciali, che costituisce una base indispensabile per arginare il dilagante fenomeno della vendita di beni e servizi non richiesti oppure difformi da quanto inizialmente proposto.

Da sempre,  a seguito degli elevatissimi reclami pervenuti, le Associazioni dei consumatori denunciano tali pratiche scorrette che, il più delle volte, si rivelano vere e proprie trappole per i consumatori dalle quali risulta difficile uscire se non con ingenti esborsi di denaro e che, purtroppo, anche il Registro delle Opposizioni non riesce a ridurre a causa di una normativa incompleta che ne determina l’inefficienza.

Aspettare l’ultima data utile prevista per il recepimento della Direttiva, ovvero il lontano dicembre 2013, sarebbe deleterio, perché si permetterebbe di protrarre la pericolosa tendenza,  già in atto da parte delle singole Autorità Indipendenti, di approvare discipline differenziate per ciascun settore produttivo, di fatto riducendo le garanzie per i consumatori previste dal Codice del consumo e ritardando, ingiustificatamente,  le maggiori tutele previste dalla Direttiva europea.
Le Associazioni dei Consumatori rimangono favorevoli ad uno sviluppo dinamico del mercato e della concorrenza reso possibile dalle nuove tecnologie digitali ma rivendicano contestualmente regole certe e ben comunicate, come peraltro è richiesto dall’Agenda Digitale. In tal senso il recepimento delle disposizioni della Direttiva 83/2011 inerenti l'informativa precontrattuale soprattutto su tempi di consegna, costi accessori, diritto di recesso, costi supplementari, garanzie post vendita, eventuali esclusioni, avrebbe il pregio di riportare, anche nell’ambito della società dell’informazione, garanzie e tutele adeguate per i consumatori che ne rafforzerebbero la fiducia.
Nei prossimi giorni partiranno una serie di nuove iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica su queste tematiche, che hanno un'incidenza concreta sulla vita quotidiana dei cittadini ed in particolare degli anziani e dei soggetti più deboli, sottoposti ad esborsi ingiustificati ed al pericolo di interruzione delle forniture.

Adoc, Adiconsum, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori

Lettera ai membri dell'Agcom e ad altre Autorità

Documento delle Associazioni dei consumatori sui contratti a distanza

Sintesi della Direttiva 83 del 2011 e della giurisprudenza in materia

Riconoscimento del danno esistenziale per servizi non richiesti: sentenza del Tribunale di Genova (sintesi )

Un controspot dedicato ai contratti a distanza (video )

Sull’argomento consulta anche il libro "Contratti a distanza e fuori dai locali commerciali: i diritti che verranno", a cura di Francesco Luongo e Antonio Longo

 

Altri casi più recenti (aggiornamento al 26.1.2013)

Tribunale civile di Benevento sanziona Telecom  per servizi non richiesti

Antitrust sanziona casa editrice Motta  per vendite porta a porta scorrette

Antitrust sanziona Buongiorno e Wind  per concorsi a premio che "nascondono" abbonamenti onerosi

Agcom sanziona TeleTu  per servizi non richiesti

Agcom accetta impegni Fastweb  per interrompere attività di retention illegittima

Consiglio di Stato conferma pratiche scorrette di Enel  per attivazione di forniture non richieste

Agcom riconosce indennizzo a carico di BT Italia  per cambio gestore non richiesto

Giudice di pace di Gaeta condanna  TeleTu per vendita porta a porta con firma falsificata

Tar conferma sanzione a IMP  per vendita scorretta a distanza di pubblicazioni

L'Autorità garante della concorrenza sollecita recepimento direttiva n. 83 e miglioramento dei contratti per adesione: leggi la sintesi

Sentenza della  Corte di giustizia europea del 5.7.2012 sui documenti che devono essere trasmessi all'utente

Agcom sanziona Wind  per attivazione servizio non richiesto

Un  nuovo documento delle associazioni dei consumatori sui contratti a distanza

L'indennizzo riconosciuto dal Corecom Lazio a carico di  Vodafone per ostacoli a diritto di ripensamento

Antitrust sanziona  On. energia per attivazione di forniture di luce e gas non richieste

Agcom sanziona TeleTu  per attivazione servizio nonostante il ripensamento del nuovo cliente

Antitrust sanziona Gigart  per vendita porta a porta scorretta di pubblicazioni

Antitrust sanziona Future show e EMG  per vendita scorretta on line. Accettati gli impegni di Groupitalia  per rispettare i diritti dei consumatori negli acquisti on line 

Antitrust sanziona BT Italia per ostacoli a diritto di recesso

Corecom Lazio riconosce indennizzo ad utente per informazioni parziali fornite da TeleTu  su costi effettivi del servizio offerto