La vendita a prezzi scontati dei divani della Chateaux d’Ax

0
663

L’Antitrust considera ingannevole una pubblicità sulla vendita promozionale di arredi

 

Il 26 giugno 2010 l’Antitrust ha esaminato la campagna pubblicitaria, effettuata su molti quotidiani e periodici a diffusione nazionale nel corso del 2008, da Chateaux d’Ax (importante società che opera nella produzione e vendita di arredi per la casa), applicando una sanzione di 80.000 euro 1.

Tale pubblicità recava la scritta in grande “SALDI MENO 50% IN 24 RATE” e, più in basso, “Tante proposte scontate fino al 50% e in più si può scegliere di acquistare tutto dilazionato in 24 rate senza acconto e senza interessi ”: al centro della pagina, la foto di un divano posto all’interno di un salotto.

L’Agcm, in base della segnalazione di un consumatore, ha contestato che il divano raffigurato al centro del messaggio (modello “Malcom”) era in realtà escluso dalla promozione, come il consumatore ha potuto apprendere dopo essersi recato presso uno dei punti vendita.

L’Agcm ha ritenuto insufficiente la scritta “I saldi estivi non sono applicati su tutti i prodotti esposti”, peraltro posta in fondo alla pagina e con caratteri ridotti: tale avvertenza nulla chiarisce in merito all’esclusione dalla promozione del divano Malcom, cui pure è dato grande rilevo nel messaggio pubblicitario.

 

L’Antitrust dedica molto attenzione alle pratiche scorrette in tema di saldi e vendite promozionali. Se vuoi approfondire questo argomento, vedi la scheda contenuta nella rubrica “La pubblicità sotto la lente di Assoutenti” (clicca qui ).

 14 luglio 2010




1 Vedi il procedimento PS2111 – provvedimento 21284, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 25/2010.