La pubblicità ingannevole dei finanziamenti: il caso Finiblea

0
634

Un altro piccolo operatore punito per pratiche scorrette nel settore dei prestiti

 

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato continua a monitorare con particolare attenzione il settore dei finanziamenti al fine di scoraggiare le pratiche scorrette: cfr. al riguardo l’articolo “Piccoli prestiti, grandi delusioni” (clicca qui ) .
 
Il 21 dicembre 2012, l’Antitrust, su segnalazione della Guardia di Finanza, ha preso in esame i messaggi pubblicitari su un quotidiano siculo da parte della Finiblea, società finanziaria 1.
L’Agcm ha contestato la mancata chiarezza sia sulle caratteristiche della finanziaria (che svolge attività di mediazione creditizia e non eroga perciò direttamente i finanziamenti) sia sui costi effettivi che il cliente dovrà sostenere (manca del tutto l’indicazione del Taeg).
Per queste ragioni l’Antitrust ha applicato una sanzione di 40.000 euro.
 
23 gennaio 2012


1 Vedi il procedimento PS7111 – provvedimento n. 23152 del 2011, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 1/2012.