La “Carta vacanze” Telecom

0
496

L’Antitrust giudica non rispondenti le tariffe telefoniche pubblicizzate a quelle reali

L’8 aprile 2010 l’Antitrust ha sanzionato con 80.000 euro la pubblicità della “Carta vacanze” della Telecom 1.

Gli spot televisivi del giugno – luglio 2009 erano incentrati sullo slogan “chiamo e mando sms a 1 centesimo a tutti…ma proprio tutti”.

L’offerta, valida per un periodo di 30 giorni dall’attivazione, era sicuramente accattivante. In realtà vi erano costi aggiuntivi e condizioni che limitavano in maniera significativa la convenienza dell’offerta: ma tali oneri e condizioni erano indicati con caratteri molto più piccoli e con modalità poco chiare, tali da non poter essere facilmente comprese dall’utente. In particolare:

              per le comunicazioni verso la rete fissa o altri operatori mobili vi era un limite massimo di 60 minuti e di 100 sms;

              era previsto un costo iniziale di 12 euro per l’attivazione della “Carta vacanze”.

L’Agcm ha ritenuto che le modalità di realizzazione degli spot impedissero al consumatore di prendere una decisione pienamente consapevole, anche tenuto conto della estrema complessità delle offerte esistenti sul mercato, che impone all’operatore di specificare in modo puntuale le caratteristiche di ciascuna di esse.  

3 maggio 2010



1 Vedi il procedimento PS4471 – provvedimento 20988, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 15/2010.