Ivass e polizze contraffatte

1065

 L’Ivass continua a segnalare ai consumatori casi di  commercializzazione di polizze assicurative false o contraffatte

Frequenti anche i casi di commercializzazione di polizze r.c. auto tramite siti web che non consentono l’identificazione dell’intermediario

 Anche nei mesi di luglio ed agosto l’IVASS, attraverso appositi comunicati, ha segnalato casi di commercializzazione di polizze false o contraffatte nonchè di polizze r.c. auto tramite siti internet che non consentono l’identificazione dell’intermediario né l’accertamento della relativa iscrizione nel Registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi.

Con riguardo alla prima fattispecie, l’IVASS ha segnalato casi di commercializzazione di polizze r.c. auto contraffatte di Sara Assicurazioni S.p.a. aventi durata temporanea (5 giorni) per il tramite di  GOLD BROKER – BERGAMO  e SPARVIERI VALTER, entrambi soggetti non iscritti nel Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e non presenti nell’Elenco degli intermediari della Unione Europea. In merito Sara Assicurazioni S.p.a. ha comunicato che utilizza quale canale distributivo esclusivo la rete di vendita degli agenti iscritti alla sezione A del R.U.I. incaricati con regolare mandato agenziale. L’intermediazione tramite broker non è una modalità prevista, né utilizzata dalla compagnia. In particolare non è prevista l’emissione di polizze cd. “cinque giorni” (temporanee) in favore di privati. E’ stata, inoltre, segnalata  la commercializzazione di polizze r.c. auto false intestate “ARMONIOSA SPA” e SOGECAP ASSICURAZIONI S.p.A., società che non rientrano tra le imprese autorizzate o, comunque, abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio della Repubblica, nonché polizze r.c. auto commercializzate per il tramite dell’intermediario “BROKER AG n. 0018”, intestate “SIGMA Vienna Insurance Group”, società che non rientra fra le compagnie autorizzate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio italiano. Inoltre, “BROKER AG n. 0018” non è iscritto nel Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e non è presente nell’Elenco degli intermediari della Unione Europea.

Quanto alla commercializzazione di polizze r.c. auto, tramite siti internet che non consentono l’identificazione dell’intermediario, l’IVASS ha segnalato i seguenti siti internet: www.autotranzit.it, www.tranzitior.com, www.playitalia.it. In proposito l’Autorità continua a richiamare l’attenzione degli utenti e degli intermediari sul fatto che  i siti web degli intermediari che esercitano l’attività di intermediazione tramite internet devono sempre indicare: a) i dati identificativi dell’intermediario; b) l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronica; c) il numero e la data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi nonché l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’IVASS.

L’IVASS ha, inoltre, reso noto che sono stati segnalati possibili casi di contraffazione di “garanzie fideiussorie” intestate: “ADRIATIC SLOVENICA D.D.” Al riguardo, l’Autorità ha  precisato che esiste una compagnia assicurativa con la denominazione AdriaticSlovenica Zavarovalna dru?ba d.d. con sede legale in Slovenia che, pur essendo abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi, ha comunicato di non aver autorizzato alcun rappresentante o società di rappresentanza per stipulare contratti in Italia. La società ha precisato che i contratti vengono conclusi esclusivamente in Slovenia.

Poiché l’eventuale stipula di polizze false o contraffatte determina per il contraente l’insussistenza della copertura assicurativa l’IVASS raccomanda sempre di verificare, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell’attività assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia; dell’elenco degli avvisi relativi a “Casi di contraffazione o società non autorizzate”; del registro unico degli intermediari assicurativi e dell’elenco degli intermediari dell’Unione Europea.