I dati confermano anomalie e speculazioni nel settore degli alimentari

355

COMUNICATO STAMPA

28 giugno 2023

 

 

Inflazione, Assoutenti: dati confermano anomalie e speculazioni nel settore degli alimentari

 

Nonostante crollo energia a giugno alimentari salgono del +0,6% su mese. Governo incentivi panieri “salva-spesa” per famiglie meno abbienti

 

 

I dati sull’inflazione di giugno diffusi oggi dall’Istat confermano purtroppo i timori di Assoutenti circa gli andamenti anomali dei prezzi al dettaglio in alcuni settori.

“La frenata dell’inflazione è indubbiamente un bene, ma è evidente che qualcosa non torna sul fronte di alimentari e carrello della spesa – spiega il presidente Furio Truzzi – Nonostante il crollo dell’energia e la riduzione dei prezzi energetici certificata anche dall’Istat, i listini dei prodotti alimentari salgono a giugno del +0,6% rispetto al mese precedente, attestandosi ad un +11,2% su base tendenziale. Quelli “non lavorati” aumentano addirittura del +1% rispetto a maggio, quando in realtà ci si attendeva una diminuzione”.

“Il rischio concreto è che nel comparto degli alimentari possano celarsi speculazioni tese a mantenere elevati i listini al dettaglio, a tutto danno dei consumatori – prosegue Truzzi – Per tale motivo alla luce dei dati odierni dell’Istat sollecitiamo il Governo Meloni ad accogliere la richiesta delle associazioni dei consumatori e di Assoutenti di varare sul territorio panieri “salva-spesa” con prodotti di prima necessità venduti a prezzi calmierati, in accordo con commercianti, produttori e Gdo, in modo da sostenere le famiglie in difficoltà consentendo loro di mettere il cibo in tavola senza subire salassi”.