I controlli e le sanzioni del Garante della privacy: serve maggiore pubblicità sull’azione dell’Autorità

0
486

Un breve commento ai dati riassuntivi forniti periodicamente dal Garante

 

La Newsletter del Garante per la privacy del 22 agosto scorso 1 indica i settori su cui si concentrerà l’attività di monitoraggio e controllo nel secondo semestre 2012, al fine di verificare il rispetto della normativa vigente: credito al consumo, nuovi strumenti di pagamento gestiti dalle compagnie telefoniche, telemarketing, sistemi informativi utilizzati da enti previdenziali e dall'amministrazione finanziaria. Gli accertamenti, in collaborazione con la Guardia di Finanza, saranno effettuati anche sulla base delle segnalazioni dei cittadini. Con l’occasione sono presentati alcuni dati sull’attività svolta nel primo semestre dell’anno, con 174 ispezioni e l'avvio di 255 procedimenti sanzionatori “relativi, in larga parte, alla omessa informativa, al trattamento illecito dei dati, al mancato rispetto delle norme in materia di telemarketing, alla mancata adozione di misure di sicurezza, alla inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità”, che ha dato luogo in 33 casi alla trasmissione degli atti all’autorità giudiziaria per la valutazione dei profili penali. Sono stati interessati soprattutto gli operatori del settore telefonico,  gli enti previdenziali e le società che gestiscono banche dati in outsourcing. Le sanzioni incassate sono state pari a 1,6 milioni di euro.

Si tratta di un’attività intensa, che dimostra l’impegno del Garante a difesa della privacy dei cittadini. Peraltro il sito si limita periodicamente a fornire queste comunicazioni riassuntive 2 , senza rendere noti – se non in maniera episodica – i singoli provvedimenti adottati dall’Autorità, non consentendo così di conoscere le motivazioni alla base dei singoli provvedimenti ed i soggetti responsabili.

Assoutenti ha perciò sollecitato il Garante a pubblicare sul sito, nel rispetto della legge sulla privacy, i procedimenti avviati, adeguandosi alla prassi seguita dalle altre Autorità indipendenti (come Antitrust, AGCom, AEEG) che pubblicano in forma integrale i provvedimenti adottati e danno talora notizia dell’apertura dei singoli procedimenti. Conoscendo nel concreto l’attività di verifica e monitoraggio del Garante, a partire dai casi più gravi e dalle violazioni ricorrenti, si otterrebbe anche il risultato di accrescere la consapevolezza dei cittadini sui diritti garantiti dalla legislazione vigente e sulle modalità per farli valere.

14 settembre 2012

Lettera al Garante di Assoutenti



1 Leggila sul sito del Garante .
2 Analoga struttura ha anche la Newsletter del 29.2.2012 .