Istat: Caporetto dei consumi nel 2023 – Misure per ridurre prezzi

130
consumi 2023

COMUNICATO STAMPA

25 marzo 2024

Istat, Assoutenti: nel 2023 è “Caporetto” consumi, ora misure per far scendere prezzi e tutelare capacità di spesa delle famiglie

 

Incidenza povertà ancora a livelli elevati, aumento dei prezzi ha generato nuovi poveri. Per alimentari spesa salita del 9% ma in volume crollo per 6 miliardi di euro nel 2023

 

 

Una vera e propria “Caporetto” sul fronte dei consumi in Italia nel 2023. Lo afferma Assoutenti, che giudica allarmanti in numeri su spesa e povertà diffusi oggi dall’Istat.

“I rincari dei prezzi che hanno caratterizzato buona parte del 2023 hanno pesato come un macigno sulle tasche degli italiani, portando a profonde modifiche nelle abitudini di spesa delle famiglie – spiega il presidente Gabriele Melluso – Per gli alimentari, ad esempio, la spesa dei cittadini è salita del 9% nel 2023 a causa dei fortissimi incrementi dei listini al dettaglio, a fronte di una riduzione dei consumi nello stesso comparto del -3,7% su base annua. Sempre meno cibo e bevande in tavola, quindi, con gli italiani che in volume hanno tagliato la spesa alimentare per complessivi 6 miliardi di euro”.

“Ma i rincari dei prezzi hanno generato anche nuovi poveri nel nostro paese – denuncia Melluso – le famiglie in povertà assoluta salgono infatti dall’8,3% del 2022 all’8,5% del 2023, un dato che non può essere sottovalutato. Per questo chiediamo al governo di avviare misure sul territorio volte a combattere le speculazioni sui prezzi al dettaglio e tutelare la capacità di spesa dei cittadini, a partire dalla definizione a livello locale panieri di prodotti a prezzi calmierati, in modo da sostenere le famiglie alle prese con la spesa quotidiana” – conclude il presidente di Assoutenti.

🔵Segui la nostra pagina Facebook 

✅ Se vuoi contattare Assoutenti per un reclamo clicca qui