CONGRESSO ASSOUTENTI – Confermata la Presidenza a Mario Finzi

0
612

Il Congresso Nazionale di Assoutenti riunitosi a Roma il 3 e 4 dicembre 2010 approva la relazione congressuale e riconferma l'incarico di Presidente dell'Assoutenti a Mario Finzi, quella di Vice Presidente a Furio Truzzi e di Segretario Generale ad Antonietta Boselli.

comunicato stampa – Tre obiettivi da raggiungere: Nuove Authority, una norma costituzionale e un ‘Patto dei doveri’

Roma 3 dicembre 2010 – Si sta svolgendo a Roma il Congresso nazionale dell’Assoutenti. L’Associazione dei Consumatori incontrerà Autorità, imprese e le altre associazioni dei consumatori per affrontare il tema dei servizi pubblici e delle prospettive del servizio universale e del mercato.

Il Presidente di Assoutenti Mario Finzi presenterà il bilancio degli ultimi 3 anni della situazione dei servizi pubblici e dell’attività del mondo consumerista nel nostro paese.

Per Assoutenti tre sono gli obiettivi da raggiungere per assicurare e per costruire su basi solide il futuro dei diritti e dei doveri dei consumatori: due nuove Authority, la costituzionalizzazione di una norma sui diritti degli utenti e un ‘Patto dei Doveri’ tra poteri pubblici, gestori e utenti.

‘Ci Siamo accorti che nel nostro ordinamento non esiste una definizione generale di Servizio Universale né una norma che tuteli a livello costituzionale i diritti degli utenti – dichiara Mario Finzi – e in un momento ‘precario’ e di crisi come questo vorremmo invece che fossero fissati i ‘livelli essenziali’ dei servizi di cui i cittadini –utenti possano usufruire e che debbono essere loro garantiti.’

Nell’ultimo anno si sta mettendo in pericolo il livello qualitativo e quantitativo dei servizi, mentre aumentano le tariffe del Servizio Universale. E’ per questo che Assoutenti reputa necessario e urgente definirlo giuridicamente in modo univoco e procedere ad una sua difesa.
‘Chiediamo che vengano istituite altre due Authority che si occupino di garantire due settori critici: i trasporti e l’ambiente – continua Finzi – Senza un regolatore indipendente non ci possono essere liberalizzazioni ben riuscite.’
Il trasporto regionale infatti è messo in discussione ogni 6 mesi. Lo Stato ha ridotto le risorse. Assoutenti vorrebbe che fosse garantita da una Autorità la congruità tariffaria e l’omogeneità del servizio reso senza distinzione da una regione all’altra o da una tratta all’altra.
L’Autorità per l’Ambiente dovrebbe occuparsi e sorvegliare la gestione dei servizi idrici e della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. I noti problemi legati agli aumenti tariffari ingiustificati della fornitura dell’acqua o l’inefficienza della gestione dei rifiuti fanno si che queste due nuove authority siano sempre più necessarie.
‘Sono obiettivi ambiziosi ma che desideriamo fortemente raggiungere per una tutela sempre maggiore dei diritti dei consumatori.
Assoutenti ritiene peraltro che debba esserci apertura alle imprese private per la gestione del servizio universale a patto che siano garantite gare vere per l’affidamento e dinamiche tariffarie con Price-Cap.
‘Proponiamo anche un ‘Patto dei Doveri’ per tornare a ‘credere nello Stato e nelle istituzioni – dichiara Mario Finzi – e’ solo dando il buon esempio di cittadini corretti e rispettosi dei doveri che possiamo diventare esigenti anche nella richiesta dei nostri diritti. Ognuno faccia la sua parte.’
Noi di Assoutenti faremo il possibile per coinvolgere il mondo consumeristico tutto nel raggiungimento di questi obiettivi e nel riprenderci i compiti e i poteri che ci sono stati attribuiti ma che lentamente vengono sottratti non attuando le leggi che li riconscono o, addirittura, abrogandole.