Ancora un caso di pubblicità ingannevole delle suonerie per cellulari

0
595

L’Antitrust sanziona la Vodafone per pratica scorretta  

 

Nel corso degli ultimi anni l’Autorità garante della concorrenza è intervenuta molte volte per contrastare il fenomeno delle pubblicità di suonerie, loghi ed altri contenuti per cellulari che occultavano le spese a carico delle persone interessate a questi servizi: Assoutenti ha realizzato una scheda riassuntiva su questo tema (clicca qui ).

Dopo le recenti pronunce nei confronti delle società Buongiorno, Flycell e dei principali gestori telefonici (delibera del 16 giugno 2010 e delibera del 30 giugno 2010 ) il 23 settembre 2010 l'Antitrust ha esaminato il messaggio pubblicitario riportato sulle carte di ricarica della Vodafone nel periodo settembre 2007 – dicembre 2009, nel quale era contenuto l’invito ad inviare un sms per ricevere “una suoneria gratis”.

In realtà solo lo scarico della suoneria era gratuito, mentre gli oneri del collegamento al sito Vodafone Live! erano a carico dell’utente: ma il messaggio forniva al riguardo informazioni poco chiare ed incomplete. Si trattava di un onere abbastanza limitato per il singolo utente (circa 1,50 euro); ma va considerato che il numero delle schede in circolazione è stato di oltre 4 milioni e che le suonerie attivate sono state circa 100.000.

 In conclusione l’Agcm ha applicato una sanzione di 75.000 euro, che tiene conto anche delle precedenti violazioni del codice del consumo da parte della stessa società 1.

 

11 ottobre 2010



1 Vedi il procedimento PS4351 del 2010, provvedimento 21598, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 37/2010.