Ancora un caso di “biglietti omaggio” ingannevoli

0
619

Antitrust delibera una sanzione complessiva di 65.000 euro

 

Ci siamo interessati più volte al tema dei “premi”, “omaggi” e “regali” di cui parlano certe pubblicità per promuovere in modo ingannevole la vendita di alcuni prodotti: leggi ad esempio questa scheda generale sul fenomeno  od un caso recentemente sanzionato dall’Antitrust riguardante la Bakker .
 
Torniamo su questo tema per analizzare la decisione presa dall’Autorità garante della concorrenza il 14 dicembre 2011 (su segnalazione della delegazione piemontese di Assoutenti ), che ha deliberato una multa complessiva di 65.000 euro nei confronti delle società Autogrill (che gestisce numerosi punti ristoro su tutto il territorio nazionale) e Gardaland (che gestisce l’omonimo parco giochi).
Il messaggio promozionale prometteva un biglietto gratuito per l’accesso al parco per coloro che avessero effettuato un certo tipo di consumazione (“Gusta un supermenù ed entra gratis a Gardaland resort!”), senza chiarire in modo adeguato che per usufruire di quell’accesso gratuito occorreva prima acquistare due biglietti a tariffa intera. Queste informazioni erano riportate con caratteri molto piccoli, con un risalto decisamente inferiore rispetto al claim principale. La “gratuità” vantata nella pubblicità era chiaramente contraddetta dalle condizioni dell’offerta stessa.