Abuso di posizione dominante da parte delle Ferrovie dello Stato

873

 Antitrust apre un’istruttoria su segnalazione della NTV

 L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 22 maggio 2013, ha avviato un’istruttoria in merito ad un possibile abuso di posizione dominante da parte di Ferrovie dello Stato. Tale procedimento trae avvio da una denuncia dell’impresa ferroviaria NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori) che ha lamentato gli ostacoli frapposti al processo di graduale liberalizzazione del settore del trasporto ferroviario, che presuppone anche un accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture 1.

L’Antitrust dovrà verificare la correttezza delle Ferrovie dello Stato, attraverso le società da essa controllate, con riferimento alle modalità di accesso all’infrastruttura ferroviaria nazionale, alla gestione degli spazi pubblicitari all’interno delle principali stazioni e al mercato del trasporto passeggeri ad alta velocità, con comportamenti che potrebbero ostacolare l’unico operatore concorrente nel mercato dei servizi ferroviari ad alta velocità, e conseguente pregiudizio anche per i cittadini che usufruiscono di tali servizi. In particolare, le condotte sotto esame riguardano:

– una forte riduzione dei prezzi dei biglietti dell’alta velocità (finanziata con gli utili derivanti da altri servizi che FFSS esercita in situazione di monopolio) con conseguente compressione dei margini di NTV;

– mancata assegnazione di tracce in orario di punta per i treni Italo in uscita da Roma verso Nord e mancato accesso all’impianto di manutenzione dei treni di Milano San Rocco;

– diniego di autorizzazione a collocare chioschi e desk informativi e biglietterie self service in numerose stazioni;

– mancato rilascio di spazi pubblicitari;

– mancata esecuzione di lavori (marciapiedi, tapis roulant, ascensori etc) nelle stazioni servite da NTV.

Come sempre daremo conto su questo sito dell’esito dell’istruttoria dell’Antitrust, che dovrà consludersi entro luglio 2014.

 


1  Per il testo del provvedimento vai sul sito dell’AGCM.