Vincite facili al lotto: nuove sanzioni dell’Antitrust

0
685

L’Antitrust delibera l’interruzione di altre trasmissioni televisive che promettono vincite facili al gioco del lotto  

 

L’Autorità garante della concorrenza è intervenuta molte volte per contrastare la presenza nelle trasmissioni televisive di “esperti” che promettono agli ascoltatori vincite facili al gioco del lotto, da realizzare attraverso pseudo metodi scientifico-matematici. Per saperne di più,  leggi la scheda di Assoutenti.
 
Purtroppo il fenomeno continua ad essere molto diffuso. Il 26 agosto 2010 l’Antitrust ha deliberato in merito a tre trasmissioni televisive, nel corso delle quali alcuni “lottologi” garantivano la bontà dei loro metodi di vincita al lotto (“Noi promettiamo la vincita”, diceva il conduttore di una delle trasmissioni) ed enfatizzavano i risultati ottenuti (in una trasmissione, ad esempio, si affermava che “anche questa settimana possiamo mostrare una pioggia di vincite”, mostrando alcuni scontrini di giocata che sarebbero risultati “vincenti”). Gli ascoltatori potevano chiamare, tramite numeri telefonici a pagamento, per ottenere una consulenza su numeri da giocare nella successiva estrazione settimanale. Le trasmissioni interessate dai recenti provvedimenti dell’Agcm sono le seguenti:
        TG Lotto, in onda sull’emittente AB Channel 1;
        Diretta alle otto, diffusa su Antenna 3 2;
        Il Lotto, in onda sul Telesalerno 1 3.
Coerentemente con le precedenti pronunce in materia, l’Agcm 4 ha affermato che ai sensi del codice del consumo è scorretto affermare la validità di “metodi di vincita” che invece non hanno nulla di scientifico, in quanto il gioco del lotto è caratterizzato da una assoluta aleatorietà. In conclusione, ha deliberato l’interruzione dei programmi (per due di essi era stata già decretata la sospensione in via cautelare) e ha adottato sanzioni per un totale di  90.000 euro, così ripartite:
  • Promosat, produttrice del programma televisivo TG Lotto: 20.000 euro
  • Edizioni Atriane, committente del programma televisivo TG Lotto: 5.000 euro
  • Deram, editrice del programma diffuso su Antenna 3: 40.000 euro (così ridotta per tener conto della situazione finanziaria della società)
  • Telesalerno, editrice di un programma televisivo denominato Il Lotto: 25.000 euro (così ridotta per tener conto delle perdite di bilancio dell’operatore).
 Nel maggio del 2012 il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Deram (condannata anche al pagamento delle spese), confermando la correttezza della decisione dell’Antitrust con riguardo sia la misura di sospensione cautelare sia alla sanzione 5. A tale proposito il Tar ricorda anche la disciplina approvata dall’AGCom che, proprio al fine di tutelare i consumatori-utenti (ed in particolare i minori) dispone orari rigidi per le telepromozioni di beni e servizi di astrologia, cartomanzia e pronostici relativi al gioco del lotto e similari 6. Il giudice amministrativo sottolinea che l’ingannevolezza dei messaggi deriva dall’attribuire “valenza scientifica” ai metodi di vincita proposti (utilizzando espressioni del tipo “mi sono dedicato a preparare nuovi sistemi lotto, che hanno dato già riscontri assolutamente importanti, per esempio ieri abbiamo vinto” oppure “la condizione perfetta è quella dei ‘numeretti isotopi’ che va a portare sicuramente alla vincita dell’ambo e del terno” etc). in grado di condizionare le scelte del telespettatore. Risultano inoltre inadeguate le avvertenze introdotte dall’operatore dopo l’apertura del procedimento di fronte all’Antitrust.
 
20 settembre 2010 (aggiornamento dell’11 maggio 2012)


1 Vedi il procedimento PS5761, provvedimento 21506, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 34/2010.
2 Cfr. il procedimento PS5759, provvedimento 21504, pubblicato sul medesimo Bollettino.
3 Vedi il procedimento PS5760, provvedimento 21505, pubblicato sul medesimo Bollettino.
4 Cfr. art. 23, comma 1, lettera r) del codice del consumo.
5 Vedi la sentenza n. 4211 del 2012.
6 Cfr. la delibera n. 34/05/CSP.