Trasporto pubblico a Roma: Appena eletti fanno già pasticci: Senso unico in Via Fabio Massimo.

749

Improvvisamente, oggi mercoledì 17 luglio 2013, Via Fabio Massimo è stata chiusa per lavori di asfaltatura ed istituzione del senso unico in direzione Viale Giulio Cesare. 

Tale senso unico preclude ogni ripristino di servizio autobus lungo l’itinerario. Anziché ripristinare i percorsi dei mezzi pubblici deviati per i lavori della Metro A (ormai terminati nel Giubileo), ne viene ostacolato ulteriormente il ripristino.

Assoutenti inoltre viene a sapere che il I Municipio non ha neppure interpellato l’Agenzia per la Mobilità per l’avvio di tali lavori.

Questa è la dimostrazione evidente che l’amministrazione comunale, in contrasto con i principi tanto dichiarati e sbandierati, non è affatto a favore del trasporto pubblico.
 
Ad aggravare la situazione Assoutenti ha inoltre rilevato la totale assenza di cartelli con indicazione delle ditte che stanno eseguendo i lavori. Nessuna scritta appare neppure sui mezzi, e gli operai reagiscono con minacce al tentativo di rilevare le targhe.
 
Chiediamo che l’Agenzia per la Mobilità, fatto rilevare al I Municipio di non essere stata interpellata, si attivi per ottenere il ripristino del transito degli autobus in entrambi i sensi, con prolungamento di una linea da Piazza Cavour (87 o 926, in sostituzione del saturo percorso per Via M. Colonna).
 
A tal fine, intervenga presso il I Municipio per bloccare l’istituzione del senso unico, o in subordine una corsia preferenziale contromano.
 
Breve cronistoria della via in questione:
In occasione dei cantieri per il prolungamento della metro A a Battistini, le linee 982 e 990 che vi transitavano furono deviate. Nonostante i lavori siano finiti, si era in attesa del ripristino dei percorsi.
Dopo il disastro di Piazza Cavour del gennaio 2012, quando furono sfrattati i capolinea di Piazza Cavour solo perché il progettista del parcheggio interrato non ci aveva pensato, si auspicava che una delle linee sfrattate da Piazza Cavour, e preferibilmente l’87, fosse prolungata a Via C.A. Dalla Chiesa, onde ripristinare il servizio lungo Via Fabio Massimo e Via Terenzio, ove già esisteva, ripetesi, dal 1915.
Via Fabio Massimo appartiene al trasporto pubblico fin dal 1915, quando vi fu prolungato il tram 6. Da allora vi è sempre ininterrottamente passato il tram fino alle Olimpiadi (e anche dopo, per i rientri al deposito), e dopodiché l’autobus.

 

Roberto Donzelli

Responsabile trasporto AU Lazio