Trasporti, Salvini, ‘Per i casi più gravi la patente va tolta a vita’. Assoutenti favorevole

348

COMUNICATO STAMPA

5 aprile 2023

 

 

Trasporti, Salvini, ‘Per i casi più gravi la patente va tolta a vita’. Assoutenti: pienamente favorevoli a misura

 

Pochi controlli e scarse sanzioni spingono automobilisti a reiterare violazioni. Serve giro di vite contro trasgressioni gravi, ma serve prima di tutto incrementare vigilanza su strade

 

 

Assoutenti, associazione dei consumatori specializzata in tema di trasporti, si schiera nettamente a favore della proposta lanciata oggi dal Ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, di ritirare a vita la patente a chi si rende protagonista di reiterate gravi violazioni alle regole del Codice della Strada.

“Alla luce dell’elevato numero di incidenti, morti e feriti che si registrano ogni anno sulle strade italiane, crediamo che un giro di vite sul fronte della sicurezza stradale sia indispensabile – afferma il presidente Furio Truzzi – Oggi la scarsità dei controlli lungo le strade e le sanzioni insufficienti verso i trasgressori incentivano comportamenti estremamente pericolosi che mettono a repentaglio la vita altrui. Crediamo sia quindi giusto introdurre nel nostro ordinamento il ritiro permanente della patente di guida nei casi più gravi, dopo aver determinato con certezza le condizioni che giustificano tale misura. Al tempo stesso però – prosegue Truzzi – serve incrementare i controlli lungo le strade, perché qualsiasi giro di vite sarà del tutto inutile se non si aumenta la vigilanza sul territorio. Infine vanno assolutamente approvate le linee guida per le riparazioni a regola d’arte delle auto, per rendere sicuri i veicoli danneggiati e rimessi in circolazione”.