Sondaggio Uber: 65% delle risposte favorevoli

1543

Roma, 1 luglio 2015 – Le associazioni di Rete Consumatori Italia (Casa del Consumatore, Assoutenti e Codici) sulla base delle risposte ricevute al sondaggio realizzato su Google interverranno davanti al Tribunale di Milano per sostenere la richiesta di Uber di poter continuare il servizio UBER POP.

1 luglio 2015 – Rete Consumatori Italia ha chiesto tramite un sondaggio di opinione on line il parere sul servizio alternativo al trasporto taxi

Alle ore 20:00 di ieri il sondaggio aveva ricevuto 147.870 risposte, di cui 95.802 a favore di Uber (65%) e 51.540 contro (35%)

“Domani il Tribunale di Milano discuterà il reclamo proposto dall’azienda contro la recente decisione della magistratura, che ha ordinato la sospensione del servizio – dichiarano i presidenti delle tre associazioni Giovanni Ferrari, Furio Truzzi e Ivano Giacomelli.
Il sondaggio, che ha visto scontrarsi ad armi pari i sostenitori ed i detrattori del servizio Uberpop, ha innanzitutto evidenziato il grande interesse dell’opinione pubblica sul tema.

“Sono gli utenti ad essere i primi ad avere il diritto di parola, Uber e servizi simili rappresentano sicuramente una grande innovazione in un settore, quello del trasporto pubblico, retrogrado e chiuso alla concorrenza. Nei servizi pubblici e in quelli di trasporto in particolare ci interessa che tutti possano competere per migliorarli, renderli meno costosi e più efficienti compreso i taxi”.

Milano, 30/06/2015 – Straordinario successo per il sondaggio lanciato quattro giorni fa dalle associazioni di Rete Consumatori Italia (Casa del Consumatore, Assoutenti e Codici).

Le associazioni hanno chiesto ai consumatori se intervenire in favore di Uber nel giudizio a Milano che vede contrapposti taxi e Uber su UBERPOP, il servizio di trasporto affidato ad autisti non professionisti.

Il sondaggio si chiuderà questa sera alle 20;00, dopo di che le associazioni decideranno se intervenire in giudizio.

“Ringraziamo per le oltre centomila risposte che abbiamo ricevuto sino ad ora, segno dell’interesse della gente, favorevole o sfavorevole, alla questione dei servizi alternativi ai taxi” hanno dichiarato i presidenti delle tre associazioni Giovanni Ferrari, Ivano Giacomelli e Furio Truzzi. “Invitiamo tutti a rispondere al sondaggio, partecipando allo sprint finale di questa sera” esortano i tre presidenti, soddisfatti per il successo di questa innovativa forma di coinvolgimento dei consumatori nelle iniziative delle loro organizzazioni.

Nelle prime ore di questa mattina il sondaggio, dopo le alterne vicende di questi giorni, vede in leggero vantaggio i sostenitori del servizio UBERPOP, al 51% contro il 49% dei contrari al servizio californiano.