Sale la spesa per il consumo di elettrodomestici: i numeri

658

COMUNICATO STAMPA

 maggio 2023

 

 

Energia, Assoutenti: spesa per consumi elettrodomestici sale nel 2023 del 14% rispetto allo stesso periodo del 2021

 

Condizionatori d’aria, frigoriferi e phon gli apparecchi che consumano più energia. Ma con uso più attento possibile risparmiare quasi 100 euro l’anno in bolletta

 

 

Le tariffe dell’energia elettrica hanno registrato negli ultimi mesi un positivo ribasso, tuttavia i principali elettrodomestici presenti nelle case degli italiani continuano a pesare in modo non indifferente sulle bollette delle famiglie. Lo afferma Assoutenti, che ha realizzato oggi uno studio ad hoc mettendo a confronto i consumi dei principali apparecchi elettrici usati nelle case italiane, confrontando i relativi costi del 2021 con quelli attuali.

L’elettrodomestico che consuma più energia è senza dubbio il condizionatore d’aria, che in casa assorbe in media 400 Kwh all’anno – spiega Assoutenti – Una spesa per rinfrescare gli ambienti che si aggira attorno ai 95 euro annui a famiglia (considerate le tariffe elettriche attuali e i consumi di una nucleo di 3 persone che vive in una casa di 100 mq), contro gli 83 euro dell’analogo periodo del 2021 (II trimestre). Al secondo posto si piazza il frigorifero, con 300 Kwh annui e una spesa pari a 71,2 euro (62,5 euro nel 2021). Segue il phon (260 Kwh pari a 61,7 euro). Tra gli apparecchi elettrici che consumano meno energia troviamo la macchina per il caffè (60 Kwh per una spesa alle tariffe attuali pari a 14,2 euro annui) e il computer (95 Kwh annui, 22,5 euro).

Complessivamente, i 13 apparecchi elettrici più usati nelle case degli italiani determinano un costo, alle tariffe attuali, pari a 607,5 euro annui a famiglia, il 14% in più rispetto al 2021, quando per gli stessi elettrodomestici, e con i medesimi consumi, la spesa è stata di circa 533 euro – stima Assoutenti.

“In attesa di conoscere come si evolverà la situazione delle bollette e dell’energia nel corso del 2023, ci piace ricordare ai consumatori che un uso più attento e intelligente degli elettrodomestici comporta risparmi diretti sul portafogli – afferma il presidente Furio Truzzi – Ad esempio scegliendo solo apparecchi ad alto risparmio energetico, usandoli a pieno carico e con le funzioni “eco”, sostituendo le lampadine in casa con quelle al Led, ecc., è possibile risparmiare oggi quasi 100 euro sulla bolletta elettrica”.

 

  Consumo medio kwh annuo Spesa annua con tariffa II trim. 2021 Spesa annua con tariffa II trim 2023
TV 190 39,5 euro 45,1 euro
PHON 260 54,1 euro 61,7 euro
ASPIRAPOLVERE 180 37,5 euro 42,7 euro
MICROONDE 240 50 euro 57 euro
FORNO 100 20,8 euro 23,7 euro
LAVATRICE 240 50 euro 57 euro
CONDIZIONATORE 400 83,3 euro 95 euro
FRIGORIFERO 300 62,5 euro 71,2 euro
LAVASTOVIGLIE 220 45,8 euro 52,2 euro
DECODER 175 36,4 euro 41,5 euro
STEREO 100 20,8 euro 23,7 euro
COMPUTER 95 19,8 euro 22,5 euro
MACCHINA CAFFE’ 60 12,5 euro 14,2 euro
Totale   533 euro 607,5 euro (+14%)

 

I CONSUMI SI RIFERISCONO AD UNA STIMA SU UNA FAMIGLIA “TIPO” DI 3 PERSONE E TENGONO CONTO ANCHE DELLA SPESA PER APPARECCHI LASCIATI IN STANDBY (decoder, tv, ecc.)

 

CONSIGLI PER RISPARMIARE E STIMA VANTAGGI IN BOLLETTA

– Sostituendo tutte le lampadine presenti in casa con lampadine Led a risparmio energetico: -32 kwh all’anno;

– Scegliendo solo elettrodomestici ad alto risparmio energetico (classe A+++): -150 kwh all’anno

– Con un consumo intelligente degli elettrodomestici (funzionamento a pieno carico, accensione nelle ore serali a tariffa ridotta, utilizzo delle funzioni “eco” e simili, ecc.): -56 kwh all’anno;

– Schermature finestre e migliore isolamento termico: -30 kwh all’anno

– Spegnimento quotidiano degli apparecchi in standby e delle luci nelle stanze non utilizzate: -130 kwh all’anno 

TOTALE: -398 kwh ora annui per un risparmio stimato (sulla base delle attuali tariffe) in 94,5 euro annui a famiglia