Newsletter n. 7 – IO NON VOGLIO IL FALSO

1113

 

30/04/13 – Newsletter Associazioni Consumatori – MSE – num. VIII Aprile 2013

Twitter Windows Live MySpace Facebook PDF Stampa E-mail

 

PRIMO PIANO

L’Italia chiede di sospendere l’autorizzazione Mais Mon810

Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha chiesto alla Commissione europea una nuova valutazione completa del mais geneticamente modificato Mon810 alla luce delle ultime linee guida Efsa sulla valutazione del rischio ambientale delle piante geneticamente modificate e di definire adeguate misure di gestione che dovrebbero essere rese obbligatorie per tutti gli utilizzatori di Ogm. Nel frattempo, si chiede di sospendere urgentemente l’autorizzazione della messa a coltura di sementi mais Mon810 in Italia e nel resto d’Europa.
La richiesta arriva dopo che il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali aveva inviato un dossier del Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura contenente valutazioni relative al Mon810 “che desta talune gravi preoccupazioni per le implicazioni inerenti alla sua coltivazione”, si legge nella nota del Ministro Balduzzi. “Quando parliamo della possibilità di coltivare Ogm in Italia, dobbiamo tenere ben presente – ha commentato il Ministro delle politiche agricole, Mario Catania – che l’opinione pubblica, i consumatori e le stesse rappresentanze degli agricoltori hanno espresso una posizione negativa sulla questione. Abbiamo il dovere di essere particolarmente rigorosi, a tutela dei consumatori e degli agricoltori italiani”.
Attualmente il Mon810 è l’unico mais Gm permesso in Europa e la sua coltivazione è aumentata di oltre il 25% nel 2011 fino a raggiungere 114.490 ettari, rispetto ai 91.193 del 2010. E’ coltivato in 6 Paesi dell’Ue: Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia e Romania. Movimento Difesa del Cittadino

 

 

NEWS, ATTUALITA’

Estendere la rintracciabilità per combattere le truffe

Le truffe commerciali e le frodi alimentari non accennano ad arrestarsi, nonostante il Regolamento UE 178 del 2002 preveda la rintracciabilità di tutte le fasi dalla fattoria alla tavola. Complici di questo fenomeno sono gli insufficienti e inadeguati controlli delle transazioni finanziarie combinati con il monitoraggio degli effettivi scambi materiali. Un sistema informativo telematico obbligatorio, accessibile esclusivamente alle autorità pubbliche tra loro coordinate, di tutte le transazioni commerciali attivate da operatori e da importatori, consentirebbe di risalire all’origine di molte truffe. Sarebbe già molto importante effettuare semplici analisi dei bilanci di massa delle merci importate ed esportate per far emergere molti fenomeni tutt’oggi sconosciuti. ACU è impegnata a sostenere questa proposta in particolare nel settore dell’agricoltura biologica e dei prodotti regolamentati. ACU

Giocattoli radiocomandati: in arrivo novità da giugno

Saranno più sicuri i giocattoli radiocomandati. Infatti, a patire dal 1° giugno 2013, essi dovranno risultare conformi alla norma ETSI EN 300 220-2 v2.3.1 come previsto dalla Direttiva europea 1999/5/EC. In pratica, il ricevitore dei giocattoli elettrici dovrà essere in grado di funzionare anche in presenza di un segnale radio prossimo a quello di funzionamento, cosa che prima era appannaggio solo di quei dispositivi i legati alla sicurezza in generale. Adiconsum

Vino italiano, molto amato e molto falsifcato

Secondo uno studio di Coldiretti il settore dei finti vini e dei liquori italiani vale almeno 200 milioni di euro, un settore che mina la credibilità e il successo dei nostri prodotti. Il vino italiano è il più amato e il più imitato del mondo, questo rende più urgente l’intervento delle Istituzioni per tutelare le esportazioni made in Italy di fronte ai numerosi tentativi di banalizzazione” che danneggiano le casse e l’immagine dei nostri “gioielli”. Tra i ‘tarocchi’ più clamorosi il Chianti bianco o il Marsala made in Usa, il Barbera bianco rumeno o l’Amaretto tedeschi. Non mancano i wine-kit che promettono di creare le nostre etichette più prestigiose a partire da polveri miracolose. ADOC

Maxi sequestro di prodotti made in China

Sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Catania ben tre milioni e mezzo di articoli contraffatti o privi della marcatura Ce. Stiamo parlando di giocattoli, materiale elettrico e bigiotteria. La totalità della merce proveniva dalla Cina. Il rischio per i consumatori è potenzialmente elevato, visto che tra i prodotti compaiono sia giocattoli non costruiti secondo le normative europee e destinati principalmente a bambini di età inferiore ai dieci anni, che materiale elettrico non sicuro. La merce, una volta immessa sul mercato e venduta, avrebbe determinato ricavi per più di 600 mila euro. I responsabili dei fatti sono stati denunciati alla Procura per i reati di contraffazione e ricettazione. Codici

 

FOCUS

Agenzia delle Dogane e Polizia, collaborazione contro contraffazione

Va avanti da maggio 2012 la collaborazione tra l’Agenzia delle Dogane e la Polizia di Roma Capitale, allo scopo di intensificare la lotta alla contraffazione. Si tratta di un precedente importante, che dovrebbe contribuire a costruire una piattaforma di questo genere a livello nazionale e, perché no, anche comunitario.
L’accordo, infatti, prevede un intenso scambio di informazioni e competenze, teso a contrastare in maniera sempre più efficace e puntuale il dilagante fenomeno della vendita di merci contraffatte, pericolose o, comunque, non corrispondenti alle norme sul commercio internazionale. I materiali sequestrati nell’ambito delle operazioni portate avanti grazie a tale sinergia sono stati sottoposti, successivamente, ad approfondite analisi con apparecchiature in grado di rilevare l’eventuale grado di tossicità nei materiali impiegati per la fabbricazione di scarpe e di vestiti. Tali analisi hanno rivelato nelle merci la presenza di sostanze altamente pericolose per la salute, come piombo, cromo esavalente e addirittura uranio. Tutte sostanze, che, se contenute in dosi al di sopra dei limiti consentiti, indicati dall’Unione Europea e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, possono essere irritanti, cancerogene o dare luogo a intossicazioni. Rischi che si possono e si devono evitare non solo intensificando i controlli sulle merci non a norma, ma incentivando la cultura della qualità e della sicurezza. Federconsumatori

 

EVENTI

MISE – CONFINDUSTRIA insieme per difendere e valorizzare l’attività di impresa

Parte ad Aprile la campagna di informazione e sensibilizzazione sul tema della lotta alla contraffazione e la difesa dei diritti di proprietà industriale promossa dalla Direzione Generale Lotta alla Contraffazione – UIBM del Ministero dello Sviluppo Economico insieme a Confindustria. La campagna prevede l’organizzazione sul territorio nazionale di un ciclo di incontri informativi organizzati presso le Associazioni di categoria di Confindustria con esperti di settore. Ciascun seminario sarà l’occasione per un confronto tra l’Amministrazione e le imprese sulle esigenze e sulle priorità del sistema produttivo nazionale e sugli strumenti a disposizione per la tutela e la valorizzazione dei diritti di proprietà industriale. Prossimo incontro il 17 aprile a Cinisello Balsamo – Milano, ospitato da Federmacchine, sui temi legati alla meccanica italiana e sulle difficoltà di applicazione delle regole che governano l’origine e il “Made in” per i prodotti ad elevata tecnologia. Gli incontri proseguiranno per tutto l’anno fino al mese di Novembre. Movimento Consumatori

 

AGENDA EVENTI

A Verona, Vinitaly dal 7 al 10 aprile

A Verona la 47a edizione di Vinitaly ha visto la presenza di espositori e visitatori da tutto il mondo interessati a elevare la qualità di un prodotto ritenuto importante per l’economia di molti Paesi. Vinitaly suscita anche una sempre crescente attenzione per l’aspetto culturale della vite e del vino, anche in considerazione della precisa caratterizzazione ambientale acquisita dalla coltivazione della vite. Continua l’affermazione della centralità ed essenzialità dell”analisi sensoriale per la valutazione del prodotto. Anche la formazione dei sommelier è al centro del dibattito non solo per avere maggiori risorse disponibili, ma anche per richiedere più accurate verifiche al fine di ridurre le improvvisazioni e smascherare i falsi esperti. ACU

A Bologna, Autopromotec 2013 dal 22 al 26 maggio

Autopromotec è la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico.
La 25^ edizione biennale avrà luogo dal 22 al 26 maggio 2013 nel Quartiere Fieristico di Bologna. Gli organizzatori da sempre puntano a capitalizzare il patrimonio di specializzazione, rappresentatività e professionalità della rassegna che, grazie agli espositori sempre qualificati, ha tenuto il passo, in più di quarant’anni di storia, con la crescita tecnologica e professionale del settore automotive.
Si contraddistingue come la più specializzata rassegna biennale internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico. Nell’ottica di una continua evoluzione, ogni edizione dà risalto alle più recenti tendenze del mercato. Adiconsum

A Genova, Slow Fish dal 9 al 12 maggio

Dal 9 al 12 maggio a Genova torna Slow Fish, l’evento promosso da Slow Food che quest’anno punta tutto sull’educazione di grandi e piccini con tantissime entusiasmanti attività. La nuova formula all’aperto e a ingresso gratuito consente la piena fruibilità non solo per gli studenti delle scuole, ma anche per tutti i bambini accompagnati da genitori e parenti. Imparare giocando è il motto dell’evento, che darà la possibilità ai visitatori di conoscere tutto sul mare e sui suoi incredibili prodotti. Tutte le attività didattiche si svolgono nello stand di Slow Food e del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. ADOC

Contraffazione alimentare, si è svolto il convegno del MSE

Nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione sulla lotta alla contraffazione, la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (Ministero dello Sviluppo Economico) ha organizzato, lo scorso 16 aprile presso Eataly Roma, il convegno dal titolo “Lotta alla contraffazione alimentare: cerca la qualità nei cibi che mangi”. Il convegno si è svolto al fine di informare i cittadini-consumatori sulle insidie della contraffazione alimentare e sulle regole base da seguire per essere acquirenti consapevoli ed evitare così i rischi che si corrono in termini di scarsa qualità, sicurezza, danni alla salute. Sono intervenuti all’incontro anche i rappresentanti delle Associazioni imprenditoriali di settore, dei consumatori e delle Forze dell’Ordine. Assoutenti

Fermiamo la contraffazione! Facciamo qualcosa contro la contraffazione!

Codici Lombardia sta organizzando delle giornate di formazione per informare i cittadini sulle tematiche la contraffazione. Gli eventi si terranno tra maggio e giugno nelle piazze di diverse città elencate qui di seguito.

  • 07/05/2013, Milano, Mercato di viale Papiniano;
  • 09/05/2013, Melegnano, Piazza del Castello;
  • 11/05/2013, Seveso, Viale Redipuglia;
  • 14/05/2013, Appiano Gentile, Piazza della Libertà.

I consumatori avranno la possibilità di approfondire il problema della contraffazione nei suoi diversi aspetti: da come riconoscere i prodotti contraffatti, alla loro pericolosità, al cosa fare quando ci si accorge della loro presenza. Per maggiori informazioni consultare il sito www.codici.org. Codici

Concorso di videoclip contro il falso per le scuole del Veneto

Scade il 31 maggio il bando per il concorso “CIAK! CACCIA AL FALSO” promosso dalla Regione Veneto in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori operanti nel territorio regionale.
Il concorso premierà i migliori videoclip sul tema dei diritti dei consumatori, in particolare sul fenomeno della contraffazione e sulle sue conseguenze. Potranno partecipare tutti gli Istituti scolastici del Veneto, di ogni ordine e grado, nonché tutti i residenti nella Regione del Veneto, maggiorenni, con età massima di 35 anni. Spetterà poi agli utenti del web selezionare le dieci opere che andranno in finale.
Un’iniziativa importante, che intende promuovere l’informazione e l’educazione sul delicato rapporto tra consumo, salute e sicurezza, sensibilizzando i cittadini sui gravi rischi della contraffazione. Federconsumatori

 

SEGNALO CHE…

Ue, più sicurezza per i più piccoli

Con la decisione della Commissione n. 2013/113/UE del 1° marzo scorso, l’Ue ha dettato regole più specifiche per tutelare la sicurezza dei bambini. Ad esempio, c’è maggiore attenzione sui rischi accidentali, che potrebbero essere cagionati da strumenti o materiali non destinati all’uso dei più piccoli, ma che potrebbero capitare alla loro portata. Nello specifico la decisione si riferisce agli “accendini fantasia”, i quali devono essere banditi dal mercato e sostituiti da accendini “a prova di bambino”. Gli accendini fantasia sono quelli che possiedono forme particolari che ricordano giocattoli o che per colore o per altre caratteristiche tendono ad attirare l’attenzione dei bambini. I governi dovranno adeguarsi entro l’11 maggio prossimo. Movimento Consumatori