Farmaco antivirale venduto online a 600 euro: sospesa la commercializzazione

0
1095

Far leva sulla tragica pandemia in atto per orientare i consumatori all’acquisto di un farmaco, arrivando a pubblicizzarlo come l’ “unico contro il Coronavirus” e l’ “unico rimedio di combattere il Coronavirus”: è accaduto anche questo nelle ultime settimane, con la messa in vendita online di un medicinale a oltre 600 euro e il tempestivo intervento dell’Antitrust ad oscurare il sito di ecommerce.

L’intervento dell’Antitrust su farmacocoronavirus.it

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha pubblicato ieri il provvedimento con cui ha sospeso la commercializzazione del farmaco antivirale generico Kaletra , contenente principi attivi propri di un antivirale per il trattamento delle infezioni da HIV e non destinato al trattamento del virus Sars Cov 2.

Nell’adunanza del 17 marzo 2020, l’Autorità ha avviato un procedimento istruttorio e disposto in via cautelare l’oscuramento del sito web https://farmacocoronavirus.it, avvalendosi della collaborazione della Guardia di Finanza, Nucleo Speciale Antitrust. Ha disposto inoltre la sospensione dell’attività di promozione e commercializzazione del farmaco, attualmente in corso sul citato sito al prezzo di 634,44 €.

“Il provvedimento di oscuramento e sospensione – si legge sul sito dell’AGCM – è motivato dall’esigenza di interrompere la diffusione di una pratica estremamente grave, tale da rendere urgente e indifferibile l’intervento dell’Autorità”.

Le motivazioni

“L’Autorità – si legge ancora – ha ritenuto che le modalità di vendita del prodotto siano prima facie ingannevoli e aggressive, idonee ad alterare la capacità di valutazione del consumatore, dal momento che il professionista sfrutta l’allarme suscitato dal costante aumento del numero dei soggetti contagiati dal COVID-19”. Il sito lasciava effettivamente credere nella possibilità di una cura quando, allo stato, non esiste un trattamento efficace e riconosciuto per combattere il virus.

C’è di più. Il sito presentava la vendita on line del prodotto e l’attività del professionista come lecite, mentre la vendita on line di detti farmaci non è consentita in Italia se non sotto prescrizione medica.

LEGGI IL TESTO DEL PROVVEDIMENTO

Foto di Capturing Life as it happens da Pixabay