Decreto-legge n. 225 del 2010 (milleproroghe 2010)

0
687

Legge di conversione n. 10 del 2011, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie

 

Il provvedimento in esame, tradizionalmente rivolto alla proroga di termini contenuti in altre norme di legge, si è arricchito nel corso dell’iter parlamentare con numerose altre disposizioni. Qui di seguito sono sintetizzate le misure di maggior interesse per i consumatori.

Art. 1 (proroghe che non comportano maggiori oneri a carico della finanza pubblica)

Servizi idrici integrati e rifiuti: viene prorogato al 31 marzo 2011 il termine per lo scioglimento delle Autorità di ambito territoriale per i servizi idrici integrati e la gestione dei rifiuti, nelle more della riattribuzione ad altro ente delle relative funzioni, da disporsi con leggi regionali

Trasporto pubblico locale: viene prorogato al 31 marzo 2011 il termine per la cessazione delle gestioni del “in house”, quando l’affidamento non sia conforme alle norme europee, e tramite società mista, ove la scelta del socio non sia stata fatta con procedura di gara pubblica

Patentino: viene prorogato al 31 marzo 2011 l’obbligo di sostenere una prova pratica per il rilascio del patentino per la guida di ciclomotori e “minicar”

Tasse automobilistiche: viene prorogata al 31 marzo 2011 l’applicazione delle tasse automobilistiche introdotte in difformità dai poteri statali attribuiti alle Regioni a tutto il periodo di imposta 2010; entro il termine di proroga, la disciplina delle suddette tasse dovrà essere resa conforme a quanto dispone la legge

Turismo: viene prorogato ulteriormente al 31 marzo 2011 l’obbligo di adeguamento antincendi per le strutture ricettive e alberghiere con più di 25 posti

Carta di identità: viene ulteriormente prorogata al 31 marzo 2011 la carta di identità recante le impronte digitali

Rifiuti: viene prorogata al 31 marzo 2011 la possibilità di immettere in discarica rifiuti con potere calorifero inferiore a 13 000 kj/kg

Rifiuti: viene prorogato al 31 marzo 2011, nel territorio della regione Campania, il regime transitorio che attribuisce ai Comuni la competenza per la gestione dei rifiuti, nonché il regime transitorio delle modalità di calcolo e riscossione della TARSU e della TIA

Taxi e n.c.c: è prorogata al 31 marzo 2011 l’adozione delle misure definite “urgenti” dal decreto legge n. 40 del 2010, convertito nella legge n. 73 del 2010 (in vigore dal mese di maggio 2010), per il contrasto all’abusivismo del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente

Diritti aeroportuali: è prorogata al 31 marzo 2011 l’adozione del decreto di aggiornamento dei diritti aeroportuali da parte del Ministro delle infrastrutture e trasporti, in attesa della conclusione dell’iter di stipula dei contratti di programma con i gestori dei servizi

Blocco selettivo delle tariffe: è prorogato al 31 marzo 2011 il blocco selettivo delle tariffe. E’ esclusa dal blocco la regolazione tariffaria relativa: ai servizi aeroportuali offerti in regime di esclusiva, ai servizi di trasporto ferroviario sottoposti a regime di obbligo di servizio pubblico e alle tariffe postali agevolate, nonché i provvedimenti volti al recupero dei soli maggiori oneri effettivamente sostenuti, le tariffe relative al servizio idrico e ai settori dell’energia elettrica e del gas

Prezzo dei farmaci: è ulteriormente prorogato dal 31 dicembre 2010 al 31 marzo 2011 il meccanismo del cosiddetto pay back, concesso (in via facoltativa e provvisoria) alle aziende farmaceutiche quale possibile misura alternativa alla riduzione, del cinque per cento, del prezzo al pubblico dei farmaci rimborsabili, in tutto o in parte, dal Servizio sanitario nazionale. In luogo dell'applicazione della riduzione suddetta del prezzo, le aziende farmaceutiche versano alle regioni le somme corrispondenti all’importo complessivo equivalente a quello derivante, a livello nazionale, dalla riduzione del 5 cento dei prezzi dei propri farmaci rimborsabili

Servizi in rete delle pubbliche amministrazioni: è prorogato al 31 marzo 2011 il termine a decorrere del quale non è più consentito l'accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni, con strumenti diversi dalla carta d'identità elettronica e dalla carta nazionale deiservizi

Consulenti finanziari: è ulteriormente prorogata dal 31 dicembre 2010 al 31 marzo 2011 la possibilità, per i consulenti finanziari, che la esercitavano prima del 31 ottobre 2007, di esercitare la consulenza senza detenere denaro o strumenti finanziari del cliente

Con decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell’Economia e finanze, i termini possono essere ulteriormente prorogati fino al 31 dicembre 2011.

 

 

Art. 2 (proroghe con effetti per la finanza pubblica)

Cinque per mille”: il fondo per il “cinque per mille” è rifinanziato per l’intero anno, fino a 400 milioni di euro di copertura

Foglio rosa per motorini e minicar: è istituito il “foglio rosa” per motorini e minicar, per il periodo compreso tra la prova teorica e quella pratica dell'esame di guida. Un decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti stabilirà le procedure. La prova pratica di guida non potrà essere sostenuta prima che sia trascorso un mese dal rilascio del “foglio rosa”, dovrà trascorrere un mese prima di ripetere una prova con esito sfavorevole e si potrà ripetere solo una volta l'esame di guida nel periodo di validità

Rifiuti: si dispone che la copertura integrale dei costi del ciclo di gestione dei rifiuti può essere assicurata, anche all’infuori delle situazioni di emergenza, attraverso l’elevazione, da parte delle Regioni, dei propri tributi, e con una maggiorazione dell’addizionale sull’accisa sull’energia elettrica da parte di Comuni e Province, in deroga alla vigente sospensione del potere di deliberare aumenti, fino all’attuazione del federalismo fiscale 

Biglietto dei cinema: è istituita una tassa di un euro sul prezzo del biglietto cinematografico, esclusi i cinema di comunità ecclesiali o religiose. La tassa sarà applicata dal 1 luglio 2011 fino al 31 dicembre 2013, per finanziare le agevolazioni fiscali alla produzione cinematografica

Servizio universale”: il termine per la stipula dei contratti di servizio di interesse nazionale soggetti ad obblighi di servizio pubblico – il cosiddetto «servizio universale» – è prorogato al 31 dicembre 2011

Proroga sfratti: dispone la proroga degli sfratti fino al 31 dicembre 2011 nei Comuni ad alta tensione abitativa, nei Comuni capoluogo e nei Comuni con più di 10.000 abitanti, per famiglie con un reddito lordo annuo inferiore a 27.000 euro, nelle quali vi siano persone ultra65enni, malati terminali o portatori di handicap con invalidità superiore al 66 per cento o figli fiscalmente a carico, purché non in possesso di altra abitazione nel territorio del medesimo Comune

Conciliazione: è prorogata al 20 marzo 2012 l'entrata in vigore della mediazione obbligatoria nelle controversie civili e commerciali, prevista dal decreto legislativo n. 28 del 2010. Il rinvio è limitato alle cause condominiali e a quelle per incidenti stradali causati dalla circolazione di veicoli e natanti

Mutui ipotecari: in materia di sospensione del pagamento delle rate dei mutui ipotecari, si stabilisce che, nel caso di sospensione dell'ammortamento per volontà del creditore o per legge, le garanzie già prestate a fronte del mutuo oggetto di sospensione dell'ammortamento continuano ad assistere il rimborso del debito esistente alla data originaria di scadenza del mutuo, senza alcuna formalità o annotazione. La norma si applica anche ai mutui sospesi dopo essere stati cartolarizzati

Poste Italiane: entro il 30 giugno 2011, Poste Italiane deve costituire un patrimonio esclusivamente destinato all’esercizio della attività di Bancoposta; i beni e i rapporti che fanno parte del patrimonio suddetto sono destinati esclusivamente alle obbligazioni sorte sulla base delle attività di bancoposta, e formano un patrimonio separato da quello di Poste Italiane

Banche: si proroga al 31 dicembre 2014 il termine entro il quale devono essere alienate le azioni del capitale sociale delle banche popolari detenute in eccesso rispetto al limite di possesso azionario fissato dalla legge, in favore dei soggetti che, alla data del 31 dicembre 2009, detenevano una partecipazione al capitale sociale superiore allo 0,50 per cento, se tale superamento deriva da operazioni di concentrazione tra banche oppure tra investitori, fermo restando che tale partecipazione non potrà essere incrementata

Internet: è abolita la licenza del Questore per gli esercenti che forniscono servizi di accesso ad Internet al pubblico in via non prevalente (ad es.: bar, hotel, ecc.), mentre restano, per tutto il 2011, per i soggetti che li forniscono in via prevalente (es.: Internet point). Per tutti i fornitori del servizio sono abrogate le norme che prevedevano di identificare gli utenti, monitorare il traffico e archiviare i dati

Social card: si disciplina nuovamente la carta acquisti (c.d. “social card”) destinata alle famiglie in disagio economico, con una fase sperimentale di un anno, che sarà gestita dagli enti caritativi dei Comuni con più di 250 000 abitanti. Un decreto del Ministro dell’economia e del Ministro del lavoro stabilirà le modalità di selezione degli enti destinatari e i criteri di attribuzione delle carte

Finanza comunale: è differito al 31 dicembre 2013 il termine per la messa in liquidazione delle società da parte dei Comuni con popolazione inferiore a 30mila abitanti, che risultano costituite alla data del 31 maggio 2010, ovvero per la cessione delle relative partecipazioni. Per i Comuni con popolazione compresa tra 30 000 e 50 000 abitanti, per i quali è prevista la possibilità di detenere la partecipazione di una sola società, il termine per la messa in liquidazione delle altre società è posticipato al 31 dicembre 2013. Per quanto concerne i comuni con popolazione fino a 30mila abitanti,si prevede che l'obbligo di liquidazione delle società non si applichi nel caso in cui le società già costituite alla data del al 31 maggio 2010: a) abbiano, al 31 dicembre 2013, il bilancio in utile negli ultimi tre esercizi, b) non abbiano subito, nei precedenti esercizi, riduzioni di capitale conseguenti a perdite di bilancio, e c) non abbiano subito, nei precedenti esercizi, perdite di bilancio in conseguenza delle quali il comune sia stato gravato dell'obbligo di procedere al ripiano delle perdite medesime

Conti correnti bancari: si introduce una norma di interpretazione autentica dell'articolo 2935 del codice civile, ai sensi del quale la prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere. La norma in esame prevede che, con riguardo alle operazioni bancarie regolate in conto corrente, l'articolo 2935 del codice civile si debba interpretare nel senso che la prescrizione relativa ai diritti nascenti dall'annotazione in conto inizia a decorrere dal giorno dell'annotazione stessa. In ogni caso, viene aggiunto, «non si fa luogo alla restituzione di importi già versati alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge», contrariamente alla più recente giurisprudenza della Corte di cassazione, la quale aveva statuito che la prescrizione opera dalla chiusura del rapporto, con facoltà di richiedere la restituzione delle somme indebitamente percepita dalle banche