Crollano le vendite a dettaglio

0
179

COMUNICATO STAMPA

Economia

8 giugno 2022

 

 

Vendite al dettaglio, Assoutenti: crollano quelle degli alimentari. Italiani acquistano sempre meno cibo

 

Caro-bollette e inflazione record costringono famiglie a tagliare la spesa. E con escalation benzina previsti nuovi rincari dei prezzi

I dati Istat sulle vendite al dettaglio di aprile attestano come il caro-bollette e l’inflazione a livelli record abbiano influito sui consumi delle famiglie, portando ad una accentuata riduzione della spesa per beni primari come gli alimentari.

Lo afferma Assoutenti, che torna a chiedere un intervento del Governo per tutelare le tasche dei consumatori.

“Al netto della crescita dei prezzi al dettaglio, ad aprile il volume delle vendite si riduce dello 0,4% su base mensile, mentre su base annua i beni alimentari segnano un -0,8% – spiega il presidente Furio Truzzi – L’andamento negativo delle vendite alimentari è confermato anche sul confronto trimestrale (-1,9% in volume), mentre nei primi 4 mesi dell’anno la riduzione in volume arriva al -2,7%”.

“Inflazione e caro-energia costringono gli italiani a stringere la cinghia e a tagliare la spesa per il cibo, una situazione destinata a peggiore considerato che l’attuale escalation dei carburanti avrà nuovi effetti negativi sui prezzi, determinando ulteriori rincari per le famiglie – avvisa Truzzi – Per tale motivo il 10 giugno i consumatori scenderanno in piazza in tutta Italia e daranno vita alla “Protesta delle pentole vuote” per chiedere al Governo di intervenire con urgenza contro il caro-vita”.