Casper, ecco l’Italia che vogliono gli italiani

650

CRISI: I CONSUMATORI AVVIANO LA RACCOLTA DI FIRME PER 3 DISEGNI DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE.

LOTTA ALLE SPECULAZIONI SUI PREZZI, PAGAMENTI RATEALI E FACILITAZIONI FISCALI PER PICCOLE E MICRO IMPRESE AL CENTRO DELLE PROPOSTE DELLE ASSOCIAZIONI DI CASPER – X

Le associazioni dei consumatori aderenti al comitato CASPER – X (Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori) hanno presentato oggi nel corso di un convegno a Roma 3 disegni di legge di iniziativa popolare per i quali verrà lanciata una raccolta di firme in tutta Italia.
Si tratta di proposte  contenenti 3 semplici misure che, se adottate, consentiranno di combattere il carovita, tutelare i bilanci delle famiglie sempre più allo stremo, aiutare le piccole e micro imprese in difficoltà e far ripartire l’economia. Nello specifico:

1)    Prezzo anomalo nel settore dell’ortofrutta. Art. 2 ter L. n. 231/2005: “Per favorire il raggiungimento delle finalita' di cui al comma 1 e all'articolo 5, comma 4, per prezzo anomalo si intende il prezzo al dettaglio dei principali prodotti agro-alimentari, contenuti nel paniere di beni monitorati dal servizio di pubblica utilità SMS Consumatori del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, che superi del doppio il prezzo all'ingrosso dei prodotti agro-alimentari contenuti in detto paniere”.

2)    Deduzione oneri e spese per i contribuenti Art. 10, co. 1, lett. b-bis) e lett. m) TUIR – DPR n. 917/1986; Art. 10, co. 1, lett. b-bis: “A decorrere dal periodo d'imposta al 31 dicembre 2013 le spese sanitarie, di istruzione e di trasporto sono deducibili per intero da parte del contribuente. Ai fini della deduzione tali spese  devono  essere  certificate  da  fattura o da scontrino fiscale o altra idonea documentazione contenente  la  specificazione  della  natura,  qualita'  e l'indicazione  del  codice  fiscale  del destinatario.
Art. 10, co. 1, lett. m: “A decorrere dal periodo d'imposta al 31 dicembre 2013, le spese sostenute per le prestazioni effettuate da imprese artigiane, dalle micro, piccole e medie imprese, cooperative secondo l’accezione europea, dei settori industriali, commerciali e dei servizi, nonché dai lavoratori autonomi. Ai fini della deduzione la spesa sanitaria relativa all'acquisto di medicinali deve essere certificata da fattura o da scontrino fiscale contenente la specificazione della natura, qualita' e quantita' dei beni e l'indicazione del codice fiscale del destinatario. All'onere derivante dall'attuazione della presente legge, si provvede mediante la costituzione di un Fondo speciale derivante dalla confisca dei beni provenienti da evasione fiscale e dalla corrispondente riduzione della determinazione della indennita' spettante ai membri del Parlamento ai sensi della LEGGE 31 ottobre 1965, n. 1261”;

3)    Semplificazione degli adempimenti dei contribuenti in sede di dichiarazione dei redditi e dell'imposta sul valore aggiunto. Modifica art. 20 bis D. Lgs. n. 241/1997.
Art. 20 bis (Pagamenti rateali):
"1.Le somme dovute a titolo di saldo e di acconto delle imposte e dei contributi dovuti dai soggetti diversi dalle persone fisiche, titolari di partita iva,  possono essere versate, previa opzione esercitata dal contribuente in sede di dichiarazione periodica, in rate mensili di uguale importo senza la maggiorazione di interessi per 36 mesi dalla presentazione della domanda.
2. I versamenti rateali sono effettuati entro il giorno 15 di ciascun mese.
3. Sono abolite tutte le tasse e spese per la gestione delle attività imprenditoriali e godranno di una riduzione del 25 per cento su imposte e contributi a qualsiasi titolo dovuti per i nuovi assunti per le i soggetti di cui al comma 1 che assumano almeno due dipendenti o incrementino in un anno il personale di due dipendenti"
"All'onere derivante dall'attuazione della presente legge, si provvede mediante la costituzione di un Fondo speciale derivante dalla confisca dei beni provenienti da evasione fiscale e dalla corrispondente riduzione della determinazione della indennita' spettante ai membri del Parlamento ai sensi della LEGGE 31 ottobre 1965, n. 1261”.

Le 3 proposte – spiegano le associazioni di Casper X – mirano a ridurre le speculazioni sui prezzi nel settore agroalimentare, alleggerire il carico fiscale dei contribuenti e introdurre facilitazioni in favore delle piccole e micro imprese. Misure in grado di aiutare l’economia nazionale, le aziende sempre più in difficoltà, e i cittadini esasperati dal carovita. I disegni di legge sono emersi a seguito dell’indagine condotta da COMITAS per conto delle associazioni dei consumatori italiane, dal titolo "L'Italia che vogliono gli italiani", attraverso la quale è stato chiesto ai cittadini di suggerire quali interventi adottare nel presente per uscire dalla crisi economica.