Calo Inflazione ad ottobre, ma costo alimentari ancora alto

361
calo inflazione

COMUNICATO STAMPA

31 ottobre 2023

 

Inflazione, Assoutenti: bene calo prezzi su mese precedente ma costo alimentari ancora alto

 

Una famiglia con due figli spende 523 euro in più all’anno solo per mangiare. Con gas in salita possibili nuovi rincari energetici

 

Bene per Assoutenti il deciso calo dell’inflazione registrato ad ottobre, ma in tema di prezzi non è il momento di abbassare la guardia, e il bicchiere è ancora mezzo vuoto.

“Al di là del calo degli energetici che ha influito in modo evidente sull’inflazione di ottobre, è positiva la frenata per la voce “alimentari e bevande” il cui tasso scende al +6,5% annuo, equivalente ad una maggiore spesa da +523 euro all’anno per una famiglia con due figli (contro il +8,5% di settembre, con un risparmio su anno di oltre 130 euro a nucleo rispetto al precedente dato sull’inflazione). La forte riduzione dei costi dell’energia rispetto allo scorso anno ha “dopato” il dato sull’inflazione, ma la situazione potrebbe presto cambiare: la guerra scoppiata in Israele ha fatto salire le quotazioni dell’energia sopra i 50 euro al megawattora e a breve potrebbero esserci effetti diretti sulle tariffe di luce e gas in Italia – avverte il presidente Furio Truzzi – Un rincaro dei costi energetici determinerebbe un rialzo a cascata dei listini al dettaglio in tutti i settori, con una nuova spirale inflattiva a danno dei consumatori. Per questo chiediamo al Governo di non abbassare la guardia e di proseguire sulla strada delle misure a sostegno di redditi e capacità d’acquisto dei cittadini” – conclude Truzzi.

🔵Segui la nostra pagina Facebook 

✅ Se vuoi contattare Assoutenti per un reclamo clicca qui