Attivare la banca dati dei prezzi del carburante praticati dai singoli impianti

0
534

Sintesi di una segnalazione dell’Antitrust

 

Il 4 giugno 2012 l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sollecitato il Governo all’attuazione di una legge del 1999 1 sulla creazione di una banca dati nazionale che consenta di conoscere i prezzi praticati da tutti gli impianti presenti sul territorio. L’Agcm ribadisce l’importanza di questo strumento (presente anche in molti paesi industrializzati) per stimolare la concorrenza nel settore della distribuzione carburante: d’altronde, già dal 2007 è stato abbandonato il sistema di prezzi uniformi a livello nazionale e le principali società petrolifere effettuano campagne promozionali con sconti per gli automobilisti che utilizzano il self-service.  
La realizzazione della banca dati non comporterà oneri a carico dello Stato, in quanto sarà possibile richiedere ai gestori degli impianti di fornire le informazioni necessarie, salvo verifica della loro esattezza utilizzando a tal fine anche le segnalazioni dei cittadini.
 
9 giugno 2012



1 Art. 51 della legge n. 99 del 2009.