Ancora un caso di scarsa trasparenza delle tariffe aeree: sanzionata Air Berlin

0
520

L’Antitrust delibera una sanzione di 50.00 euro per pratica commerciale scorretta

 

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha più volte condannato le compagnie aeree per la scarsa trasparenza delle loro tariffe: vedi da ultimo il caso Blu express .
L’8 febbraio 2012 l’Antitrust ha deliberato una sanzione di 50.000 euro nei confronti di Air Berlin, perché le tariffe aeree pubblicizzate non comprendevano significative “spese di servizio” (da 10 a 17 euro per singola transazione, se non si utilizza un conto corrente tedesco, austriaco o olandese quale strumento di pagamento) che compaiono solo nel corso della procedura di prenotazione on line. L’Agcm ha rigettato sia la tesi dell’errore tecnico (non dimostrato dalla società) sia la tesi dell’impossibilità di indicare dall’origine il costo effettivo del biglietto (dato che tali voci di spesa devono essere ricomprese nella tariffa, al fine di non ingenerare confusione negli utenti) 1.
 
27 febbraio 2012


1 Vedi il procedimento PS7505 – provvedimento n. 23279 del 2012, pubblicato sul Bollettino dell’Agcm n. 6 del 2012.