Tariffe cellulari, novità Roaming: Definito l’accordo delle istituzioni UE

0
1776

A partire da metà giugno, i costi aggiuntivi che gli operatori telefonici addebitano ai consumatori europei quando usano il cellulare in un Paese diverso dal proprio, saranno aboliti.

Per capire di più : che cos’è esattamente il roaming?

Il roaming è un accordo tra due o più società di gestione del servizio di telefonia mobile, operanti sullo stesso territorio o in paesi diversi, in base al quale gli utenti di una società possono utilizzare la rete delle altre. In definitiva viene utilizzato per permettere agli utenti mobili di collegarsi tra loro dietro una quota di pagamento all’altro operatore.

L’accordo politico appena raggiunto dalle tre istituzione della UE (Parlamento, Consiglio e Commissione) comporta che i consumatori che viaggeranno nell’Ue, potranno chiamare, mandare sms o navigare tramite i loro terminali mobili, pagando lo stesso prezzo che pagano in patria.

Un accordo importante quindi che ci farà risparmiare.

E le aziende come ammortizzeranno i costi di questa intesa?

Le tre istituzioni Ue, hanno raggiunto un accordo sui prezzi all’ingrosso che le società si applicano tra di loro.

Il tetto dei prezzi,scenderà progressivamente fino a 2,5 euro per giga nel 2022, contro gli attuali 50.

Le tariffe saranno il 90% più basse delle attuali, spiega il Consiglio, consentendo agli operatori di offrire il roaming ai loro clienti senza aumentare i costi delle telefonate nazionali. Allo stesso tempo però devono essere abbastanza elevate in modo che gli operatori dei Paesi visitati possano recuperare i loro costi senza aumentare i prezzi al dettaglio. Inoltre, il tetto deve consentire di finanziare gestione e ammodernamento delle reti.