Salva-banche: incontro con le Good Banks

0
2299

Assoutenti insieme alle altre AACC (Adiconsum, Altronsumo, Codici, Lega Consumatori, Codacons, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione nazionale consumatori, Cittadinanza Attiva, Adoc, CTCU)  ha incontrato le Good Banks (Nuova Banca Marche, Nuova Banca dell’Etruria e del Lazio, Nuova Carichieti e Nuova CariFerrara), nell’ambito di un tavolo di per confrontarsi sul Decreto Legge n.59 del 3 maggio 2016 che aggiunge al preesistente arbitrato, un ristorno automatico a cui potranno accedere all’incirca tra i 4 e i 7.000 risparmiatori coinvolti.

Mario Finzi – Vicepresidente Assoutenti – Ci sono dei punti da risolvere per quanto riguarda i tempi di presentazione delle istanze oltre ad alcune carenze del decreto rispetto alla certezza di questi termini. Un problema molto serio è quello di individuare con chiarezza il momento della procedura nel quale scatta la preclusione per il ricorso all’arbitrato davanti all’autorità anti corruzione.

Le AACC chiederanno di essere audite dalle Commissioni Parlamentari competenti per la conversione in legge del Decreto, sin da oggi cominceranno a chiedere la documentazione necessaria per la presentazione delle istanze, in tal modo si potrà avere subito un quadro realistico rispetto alla concreta possibilità di istruire adeguatamente e in modo completo  le istanze di indennizzo.