Fregature online: come riconoscerle, come evitarle

0
1176

“Questa volta la brutta avventura è capitata a me, ironia della sorte, visto che da tempo faccio acquisti online, illudendomi (evidentemente!) di saper ormai riconoscere i siti di cui ci si può fidare”. A scriverci è Laura, consumatrice che ha deciso di rivolgersi ad Assoutenti dopo un’infelice esperienza di shopping online.

“Le cose sono andate così” prosegue Laura. “Ho acquistato prima di Natale un gioco per mia figlia, doveva essere il regalo da mettere sotto l’albero. Ho versato gli 80 euro di bonifico e ho atteso i 5 giorni indicati per la spedizione. Peccato che il giocattolo non sia mai arrivato”.

La brutta esperienza di Laura si è verificata su un sito che pareva affidabile: vendita di giochi e prodotti di tecnologia, sede fisica in una grande città, pagina facebook con migliaia di follower. Eppure si è risolta in un nulla di fatto, senza nemmeno la soddisfazione di parlare con qualcuno dall’altra parte del filo: nessuno dei canali di contatto presentati sul sito era in realtà attivo, disabilitati i numeri di telefono, nessuna risposta alle email, né ai messaggi scritti sulla pagina facebook.

Ora la vicenda sta facendo il suo corso dal punto di vista legale, come è giusto che sia anche e soprattutto per tutelare altri a cui può essere accaduto lo stesso, ma l’occasione è buona per fare insieme un bel ripasso delle regole per acquistare online in sicurezza.

Acquisti sicuri online, ecco le regole

Il “lucchetto”

Rivolgiti solo a siti internet protetti da sistemi di sicurezza internazionali: sono riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.

Le recensioni

Controllare feedback e recensioni lasciati dai clienti precedenti per valutare l’affidabilità del venditore, sempre meglio se si tratta di un negozio e non di un privato.

Telefona al venditore

Contatta preventivamente il venditore, con una telefonata o un’email, per capire se i contatti forniti sono veritieri e farti un’idea di chi c’è “dall’altra parte”.

Diffida degli “affari”

Le offerte esageratamente vantaggiose spesso nascondono vere e proprie truffe.

I metodi di pagamento

Meglio pagare tramite paypal o con carte prepagate (meglio evitare bonifici o carte di credito), e non comunicare mai i propri dati personali.

Che cosa controllare

Controlla se il prezzo del prodotto è già comprensivo di spese di spedizione o tasse;
controlla anche la data di spedizione e il luogo da dove viene spedito il prodotto.
Conservare una copia dell’ordine effettuato, e verifica che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali; conserva anche copia del pagamento e di tutti gli eventuali scambi email.

Il recesso

Ricorda che per tutti gli acquisti online vale la possibilità di esercitare il diritto di recesso, entro 14 giorni dalla data dell’acquisto.

Se anche a te è successo di incappare in un’esperienza come quella di Laura, non esitare a scriverci: faremo il possibile per tutelare i tuoi diritti!